Home » Balotelli parla di Mourinho e Ibra: “Li voglio bene”. Poi su Materazzi: “Dette falsità…”
News

Balotelli parla di Mourinho e Ibra: “Li voglio bene”. Poi su Materazzi: “Dette falsità…”

Mario Balotelli parla di Mourinho e Ibrahimovic nella live su Instagram con l’influencer romano Damiano er Faina. L’attaccante del Brescia ha ricordato il suo passato nell’Inter e i rapporti con lo Special One e lo svedese, oltre che a Materazzi e Mancini. Altresì è tornato sul famoso calcione di Totti in finale di Coppa Italia.

Balotelli su Mourinho e Ibra

“Da lui ho capito tante cose – sostiene l’attaccante delle rondinelle -. Avevamo un rapporto particolare, dove abbiamo sbagliato entrambi, ma ci volevamo bene. Andavamo d’accordissimo, c’è sempre stato rispetto. C’è un flash legato a lui che risale al post-finale Champions di Madrid: io ero sdraiato sul pullman e sentivo tutti piangere (per il suo addio ndr), mi ha fatto specie vedere quella immagine. Sono riconoscente a Mourinho, così come a Mancini e Galliani“. Poi su Ibrahimovic: “È sempre stato duro con me, però in campo mi facilitava le cose. Pretendeva tanto, ma abbiamo sempre avuto un bel rapporto, ci vogliamo bene”.

Super Mario ha parlato anche di Roberto Mancini: “Mi fece giocare titolare contro l’Atalanta, mi aveva messo ala del 4-4-2. Sul momento ero felice di giocare, ma volevo mi schierasse attaccante e dentro impazzivo. Normale dovessi adeguarmi con gli attaccanti che aveva l’Inter, meno male feci una bella partita“. Balo ha voluto sfatare una leggenda metropolitana: “Non è vero che mi picchiava, al massimo mi tirava le orecchie. Qualche calcio in campo da lui l’ho preso, ma come tutti gli altri”. Poi sull’episodio con Francesco Totti: “Ha fatto un brutto fallo e si è preso il rosso. Cosa dovevo dirgli? Non si è scusato negli anni, ma so che non ce l’aveva con me”.