Home » Bendtner passione folle per il poker: “Ho perso più di 6 milioni di sterline”
News

Bendtner passione folle per il poker: “Ho perso più di 6 milioni di sterline”

L’ex attaccante Nicklas Bendtner ammette di aver avuto, e di avere tuttora, una passione folle per il poker. Così folle da fargli perdere, in passato, più di 6 milioni di sterline. Dopo una carriera quindicinale in giro per l’Europa e dopo aver indossato, tra le altre, le maglie di Arsenal, Juventus e Wolfsburg, Lord Nick si è fermato. Lo scorso settembre aveva firmato con il Copenaghen, ma l’avventura nella sua città natale è durata solamente tre mesi. Bendtner risulta dunque essere al momento svincolato. Il danese però non è rimasto con le mani in mano e ha dato il via a nuove esperienze lavorative. L’ex bianconero, con la fidanzata Philine Roepstorff, ha girato infatti il reality ‘Bendtner and Philine’, programma che racconta la loro vita di tutti i giorni. Ma se la ragazza parla principalmente di moda, viaggi e lifestyle, di cosa può parlare Lord Nick se non delle sue bravate? 

Bendtner passione folle per il poker: “Ho perso più di 6 milioni di sterline”

L’ex attaccante, durante il reality, ha confessato la sua passione folle per il poker. Il danese ha iniziato a giocare a Texas Hold’Em quando aveva 19 anni, ma insistite sul fatto che non ha mai avuto una dipendenza dal gioco. L’ex Gunners però, a causa di questo vizio, ha perso parecchi soldi: “Ho perso molti soldi. Ho giocato molto a poker nella mia vita. ho sfidato un giocatore professionista sin da quando avevo 19 anni. È difficile quantificare quanti soldi ho perso, ma dovrebbero essere attorno ai cinquanta milioni di corone danesi, più di 6 milioni di sterline. Per me era questo, giocare, divertirmi e finire nei casini. Ma non posso dire di avere avuto una dipendenza dal gioco, sono sempre stato in grado di controllarmi“.

Lord Nick scommetteva sempre cifre folli, fino a quando le cose non gli sono sfuggite di mano e ha capito che il rischio era troppo grande: In passato ho giocato partite davvero rischiose. Una notte a Londra le cose mi sono sfuggite di mano e per poco non sono finite molto male. Alla fine sono riuscito a contenere le perdite. Ma da quella notte in poi, ho deciso che non avrei più scommesso cifre simili.  Ora gioco solo per divertirmi, le puntate sono molto basse. Con gli amici scommettiamo massimo 100 corone ciascuno, circa 12 sterline“.