Home » Niente tifosi e insulti a tutto volume: la dolcissima frase di Todibo ad Haaland
News

Niente tifosi e insulti a tutto volume: la dolcissima frase di Todibo ad Haaland

Finalmente il calcio! Dopo oltre due mesi di stop forzato, è ripartito oggi uno dei maggiori campionati europei, la Bundesliga tedesca. Milioni di appassionati si sono sintonizzati per vedere la ripartenza del “nuovo” calcio. Già, nuovo, perchè tante cose sono cambiate da inizio Marzo. Mascherine e distanziamento sociale, niente esultanze ai goal e totale assenza dei tifosi. Proprio l’assenza del frastuono e dei cori dei supporter ha amplificato al massimo le chiacchiere tra giocatori. Per questo non è passato inosservato e soprattutto inascoltato l’insulto del difensore dello Schalke 04 Todibo al bomber del Borussia Dortmund Haaland.

Tutti sintonizzati oggi alle 15:30 per un evento che gli appassionati aspettavano da più di due mesi: il ritorno del calcio. Bundesliga in campo e subito una partita di cartello in programma: il derby della Ruhr tra Borussia Dortmund e Schalke 04. Una sfida terminata con un sonoro 4-0 per i gialloneri. C’era tanta curiosità di vedere lo svolgimento di una partita con le nuove regole e restrizioni del protocollo anti Covid-19. Nessuna stretta di mano, abbracci vietatissimi, distanza sociale in panchina, raccattapalle con i guanti e quarto uomo con la mascherina. E soprattutto un grande assente: i tifosi. La mancanza di pubblico, il cuore pulsante del mondo del calcio, ha reso tutto un po’ surreale. Conseguenza inevitabile del silenzio derivante dall’assenza dei fan è che le conversazioni tra i giocatori nel rettangolo verde si sono sentite in maniera nitida. Così come gli insulti. E Todibo, rivolgendosi ad Haaland, è stato il primo a regalare una perla di innata eleganza.

Il delicato insulto di Todibo ad Haaland

I calci d’angolo sono una delle fasi più caotiche e convulse del gioco del calcio. Ed è proprio sullo sviluppo di un corner a favore del Borussia Dortmund che tra il difensore dello Schalke in prestito dal Barcellona e l’attaccante norvegese sono partite scintille. Un paio di spinte, qualche spallata, e soprattutto parole grosse. Tutto normale, solo che senza pubblico, e con i microfoni proprio lì a bordo campo, l’insulto rifilato da Todibo ad Haaland si è potuto apprezzare distintamente: “Go f*** your grandmother!“, “Va a sc****** tua nonna!” le nobili parole uscite dalla bocca del difensore francese. Nella foga del momento, Todibo deve aver dimenticato che i microfoni sarebbero stati in grado di captare in modo nitido le sue parole. Queste sono cose che succedono ogni weekend in campo, ma diventeranno un altro aspetto a cui i giocatori dovranno fare molta attenzione. In Germania infatti si parla già di provvedimenti disciplinari contro il francese…