Home » Premier, ripartono gli allenamenti ma sorgono già i primi problemi
News

Premier, ripartono gli allenamenti ma sorgono già i primi problemi

Palloni appiccicosi e allenamenti inutili. In Premier League sono ripartite le sessioni di gruppo ma, dopo pochi giorni, sorgono già le prime problematiche. Il Project Restart, il progetto ripartenza della massima serie inglese, ha preso il via. I 20 club della Premier, in un’assemblea tenutasi nei giorni scorsi, hanno votato all’unanimità a favore della ripresa degli allenamenti collettivi. Tutte le squadre, dunque, sono tornate in campo. Ma l’entusiasmo dei primi giorni ha già lasciato il posto allo sconforto. La maggior parte dei giocatori, dopo due mesi di stop, era davvero entusiasta di tornare al lavoro ma, dopo qualche sessione, sorgono già i primi problemi.  

Premier, ripartono gli allenamenti ma sorgono già i primi problemi

Molti di loro infatti, come riporta il Sun, hanno definito i nuovi programmi di allenamento come ‘inutili’ e ‘ridicoli’. La loro gioia e la loro voglia di tornare a giocare sta svanendo sempre di più a causa di queste sessioni di lavoro rigorosamente controllate e considerate non adatte a dei giocatori professionisti.  Alcuni campioni hanno diversi dubbi sull’intensità delle sedute. In questa fase 1 del Project Restart, spiega il tabloid inglese, gli allenamenti prevedono dribbling con i coni, tiri a porta vuota (i calciatori devono poi andare a riprendere il proprio pallone) ed esercizi per migliorare la forma fisica. Tutte attività che non preparano adeguatamente i giocatori alla ripresa della stagione. Le stelle della Premier hanno avuto una pausa più lunga rispetto alla consueta pausa estiva e i loro parametri fisici non sono adeguati a una ripresa imminente. 

Come se non bastasse, il loro lavoro è ostacolato anche dai palloni appiccicosi. Gli addetti ai lavori spruzzano infatti del disinfettante su ogni pallone ma il prodotto utilizzato, complice anche l’arrivo della calda stagione, non si asciuga come dovrebbe e rimane sulla superficie. I palloni risultano quindi appiccicosi, non rimbalzano in modo adeguato e il loro movimento viene inevitabilmente influenzato. I tecnici, secondo indiscrezioni, sono d’accordo con giocatori e ritengono gli allenamenti non adatti. I club comunque attendono ora le nuove disposizioni per l’imminente fase 2.