Home » Presidente dell’Almeria perde a FIFA, la reazione è virale (VIDEO)
News

Presidente dell’Almeria perde a FIFA, la reazione è virale (VIDEO)

Turki Al-Sheikh, presidente dell’Almeria, perde a FIFA e la sua reazione diventa virale nel giro di pochi minuti. Lo sceicco infatti ha dimostrato di non amare le sconfitte, distruggendo con un calcio il suo televisore. L’Almeria, club spagnolo di Segunda Division, si trova attualmente al terzo posto in classifica e spera di poter riprendere presto la stagione per la lotta alla promozione. Il presidente Al-Sheikh,  che ha acquistato il club lo scorso agosto da Alfonso García Gabarrón, ha deciso di organizzare un torneo di beneficenza sul popolare videogame FIFA 20 durante questo stop obbligato. L’obiettivo è quello di raccogliere 250 mila euro per aiutare la penisola arabica nella lotta contro il Coronavirus e molti campioni del calcio mondiale, così come altre celebrità, hanno supportato lo sceicco inviandogli saluti e complimenti. Da Ronaldinho a Maradona,  da Messi a Pirlo fino a l’ex cestista Dennis Rodman e il rapper Snoop Dogg. 

Presidente dell’Almeria perde a Fifa, la reazione è virale

Un’iniziativa nobile che si è conclusa però con la distruzione di un televisore. Il magnate dell’Arabia Saudita ha sfidato in una partita alla Playstation, a FIFA 20, Saud Al-Suwailem , ex direttore del club sportivo Al-Nasr degli Emirati Arabi. Il match però non è finito come sperava. Al-Suwailem è riuscito infatti a conquistare la vittoria e il presidente dell’Almeria ha dimostrato di non poter accettare in alcun modo le sconfitte. Dopo il gol del suo avversario, Al-Sheikh ha tirato un calcio alla televisione e l’ha distrutta. Il video dello scatto di ira è stato pubblicato su Twitter dallo stesso sceicco: “Niente di grave. Una nuova televisione e torneremo alla festa, che non è finita”.

Il video è diventato subito virale e, in pochissimi minuti, ha fatto il giro del mondo. Una reazione che non ti aspetti, sopratutto durante un evento di beneficenza. Nulla di grave comunque, come dice lui stesso. Con la speranza che, in caso di mancata promozione dell’Almeria, sappia accettare la sconfitta e non abbia un altro scatto d’ira.