Home » Mancati pagamenti, dopo soli quattro mesi Rami saluta il PFC Sochi
News

Mancati pagamenti, dopo soli quattro mesi Rami saluta il PFC Sochi

Storia finita, dopo appena quattro mesi. Adil Rami, difensore ex tra le altre di Milan e Siviglia, saluta la Russia e mette fine alla sua avventura con il PFC Sochi. Alla base del repentino e inaspettato addio il motivo più antico del mondo: i soldi.

È durata appena quattro mesi, di cui la maggior parte di stop forzato causa Coronavirus, l’avventura a Sochi dell’ex difensore del Milan Adil Rami. Il francese di origini marocchine era sbarcato nella città delle Olimpiadi invernali del 2014 poche ore dopo aver risolto il suo contratto con il Fenerbahce, mostrando subito grande motivazione e aspettative: “Ho fame, voglio giocare a calcio e farlo bene. So che il PFC Sochi è una nuova squadra, giovane, con grandi ambizioni e un grande stadio. Ho avuto una grande carriera e non ho nulla da dimostrare a nessuno, voglio solo giocare a calcio“, le sue dichiarazioni all’arrivo nella città turistica del sud della Russia. Poi lo stop al calcio ad inizio Marzo, zero partite giocate, la nostalgia della famiglia e infine l’addio, per la solita, annosa questione economica.

Rami saluta il PFC Sochi

Rami ha lasciato che fosse il suo avvocato Jules Plancque a parlare per lui e spiegare i motivi dell’addio: “La crisi dovuta al Covid-19 non ha risparmiato il campionato russo. In questo contesto, e nonostante i numerosi avvisi del giocatore e dei suoi rappresentanti, il PFC Sochi ha deciso di ignorare tutti i suoi impegni e ha cercato di sottrarsi a tutte le responsabilità dimostrando la massima malafede, portando a bugie davanti al quale l’ex nazionale francese può solo protestare“. Si vocifera che in realtà alla base della rottura ci sia il rifiuto del giocatore di decurtarsi lo stipendio: “Niente di vero” – ha dichiarato Planque – “Adil Rami non ha finora ricevuto alcun compenso da PFC Sochi. La sua determinazione ne viene solo rafforzata“. Un divorzio che prfuma di addio? Niente affatto, perchè Rami, sempre secondo il suo avvocato è pronto a tuffarsi in nuove avventure: “Il giocatore si trova oggi libero da ogni impegno, con un desiderio ancora intatto di perseguire la sua carriera“. Possibilmente non gratis…