Home » Inter, Icardi e la clausola anti-Juve nell’accordo con il Psg
calciomercato

Inter, Icardi e la clausola anti-Juve nell’accordo con il Psg

Ci sarebbe una clausola anti-Juve nell’accordo ormai raggiunto tra Inter e Psg per la cessione a titolo definitivo di Mauro Icardi al club parigino. Un accordo raggiunto nelle ultime ore sulla base di 57 milioni di euro.

Una bella clausola anti-Juve nell’accordo raggiunto per la cessione di Maurito Icardi al Psg. Questo per evitare brutte sorprese o perlomeno cercare di monetizzare un’eventuale trasferimento dell’attaccante argentino agli acerrimi rivali bianconeri. È quanto avrebbe richiesto (e ottenuto) la dirigenza dell’Inter secondo quanto riportato da Goal. L’accordo, come rivelano tutti i quotidiani sportivi, è praticamente stato raggiunto: nelle casse della società di Zhang entreranno 50 milioni di parte fissa più 7 di bonus facilmente raggiungibili. Un affare che garantirà una bella plusvalenza al club nerazzurro, che nell’estate 2013 aveva acquistato l’attaccante dalla Sampdoria per “soli” 13 milioni. Anche il Psg però può ritenersi soddisfatto: nell’accordo di prestito stipulato la scorsa estate, i club avevano deciso che il riscatto del cartellino poteva essere effettuato tramite il versamento di 70 milioni.

Icardi e la clausola anti-Juve

Un affare che dunque accontenta tutte le parti in causa, ma nel raggiungere l’accordo l’Inter si è voluta tutelare con l’inserimento di una clausola anti-Juve. Nel caso in cui il Paris Saint Germain dovesse infatti decidere di rivendere l’attaccante al club di Agnelli, i parigini saranno costretti a versare al club meneghino ulteriori 15 milioni di euro. La società nerazzurra vuole garantirsi di non vedere mai l’ex capitano con la maglia degli acerrimi rivali bianconeri. La clausola dovrebbe essere valida per tutti i club italiani, ma è nemmeno troppo sottinteso che sia stata fatta appositamente contro la Juventus. I bianconeri infatti non hanno mai nascosto il loro interesse per l’argentino.