Home » Riyad Mahrez derubato, ladri portano via un super bottino
News

Riyad Mahrez derubato, ladri portano via un super bottino

Sempre più frequenti i furti in casa dei giocatori. Lo scorso 24 aprile dei ladri si sono introdotti nell’attico dell’attaccante del Manchester City Riyad Mahrez, la notizia però è stata diffusa solo ora. I criminali hanno portato via un super bottino dal valore di circa 500 mila sterline. Rubati tre orologi di lusso, bracciali, denaro e delle rarissime magliette da calcio. Nel Regno Unito le stelle della Premier League sono sempre più preoccupate. I furti nelle case dei calciatori, infatti, sono sempre più frequenti e molto spesso loro, o le loro famiglie, si ritrovano faccia a faccia con i ladri. 

Riyad Mahrez derubato, ladri portano via un super bottino

Solo qualche settimana fa Dele Alli, centrocampista del Tottenham, ha vissuto una vera e propria disavventura. Mentre era in casa con la fidanzata, il fratello e degli amici, dei criminali si sono introdotti nella sua proprietà, lo hanno colpito al volto e hanno poi rubato diversi orologi e oggetti di valore. Prima di lui erano già stati derubati il compagno di squadra Jan Vertonghen, Mamadou Sakho, Sadio Mané, ma anche il fratello di Marcus Rashford e Trent Alexander-Arnold. Ora arriva la notizia di un’altra vittima di questa ondata di furti, l’algerino Riyad Mahrez. I ladri si sono introdotti nel suo attico nel pomeriggio del 24 aprile, mentre il giocatore non era in casa. Hanno portato via un prezioso orologio Richard Mille, simile a quello di Dele Alli, dal valore di 230mila sterline, un Rolex Daytona da 40mila sterline e un Rolex Day Date da 35mila sterline.

Non solo orologi però. I ladri hanno rubato anche 50mila sterline in contanti, dei bracciali Cartier e delle rarissime maglie di calcio. Oltre all’appartamento del calciatore, come riferisce un portavoce della polizia al Sun, sono stati svaligiati altri tre appartamenti: “Verso le 17:00 di venerdì 24 aprile, la polizia è stata chiamata per intervenire a un isolato dal centro città, dove quattro appartamenti erano stati svaligiati“. L’algerino si è trasferito nell’attico nel centro di Manchester da pochi mesi, dopo la separazione dalla moglie Rita, madre delle sue due bambine.