Shock Benfica, tifosi attaccano bus: due giocatori feriti
Home » Shock Benfica, tifosi attaccano bus: due giocatori feriti
News

Shock Benfica, tifosi attaccano bus: due giocatori feriti

Ritorno shock al calcio giocato per il Benfica. In Portogallo il campionato è ripartito due giorni fa e le Aquile di Lisbona sono scese in campo ieri sera nella sfida del da Luz contro il Tondela. Una partita terminata con un pareggio a reti bianche e un post che ha dell’incredibile.

Non era certamente questo il ritorno al calcio giocato che i calciatori del Benfica si aspettavano. La squadra di Lisbona ha affrontato ieri sera all’Estadio da Luz il Tondela, in una sfida che, dopo la sconfitta esterna del Porto, in caso di vittoria avrebbe portato le Aquile in testa al campionato. La gara è però terminata con uno scialbo 0-0 e la delusione tra giocatori e staff per l’occasione sprecata è stata tanta. Non si sarebbero mai aspettati però quello che sarebbe accaduto di lì a poco. Sulla via del ritorno verso Seixal infatti, alcuni tifosi del club hanno assaltato il bus della squadra con una sassaiola, provocando ingenti danni al mezzo e addirittura il ferimento di due giocatori. Julian Weigl e Andrija Zivkovic sono stati infatti portati in ospedale per ricevere le cure del caso.

Il Benfica pareggia e i tifosi attaccano il bus

Secondo quanto riportato dal quotidiano portoghese A Bola, i due giocatori sono stati colpiti in faccia da frammenti di vetro staccatisi dal parabrezza dell’autobus a causa delle pietre scagliate dai facinorosi supporters. E pensare che in un Estadio da Luz desolatamente vuoto a causa delle restrizioni per il Coronavirus, erano state disseminate migliaia di sciarpe con i colori rosso e bianco del club. Sciarpe con messaggi come “Sempre insieme” e “Ovunque tu sia“. Un grande striscione con le parole “Eccoci qui” inoltre campeggiava maestoso sopra la distesa di sciarpe. I tifosi lusitani volevano in questo modo far sentire la propria vicinanza alla squadra, anche se assenti. A posteriori una vicinanza solo di facciata. È bastato infatti uno 0-0 casalingo per scatenare una sassaiola le cui conseguenze sarebbero potute diventare tragiche. Questi sono tifosi?