Home » Ecco come Crouch ha fatto infuriare Roy Keane…
News

Ecco come Crouch ha fatto infuriare Roy Keane…

Roy Keane era considerato uno dei migliori centrocampisti al mondo. Forte, competitivo e dal carattere duro, sia in campo che fuori. Un carattere così duro e schivo che è davvero raro, ancora oggi, trovare una sua foto con un tifoso o un fan. L’irlandese odia posare per uno scatto e fa di tutto per evitarlo. Le immagini di Keane fuori dal campo, quindi, sono davvero pochissime, ma meritano di essere viste ed esposte, almeno secondo l’ex collega Peter Crouch. L’ex attaccante, durante il suo podcast per la BBC, ha parlato spesso dell’odio per le foto dell’ormai quarantottenne Keane e, durante i suo racconti, gli è venuta un’idea davvero brillante. Crouch ha chiesto a quei pochissimi tifosi che fossero riusciti ad avere una foto con l’irlandese di inviargliela.

Roy Keane odia le foto, Crouch crea una galleria dei suoi scatti “migliori”

Delle rarità che l’inglese voleva vedere, raccogliere e mostrare. L’ex Liverpool, non contento, ha chiesto anche di allegare ciò che l’irlandese ha detto ai fan quando hanno fatto le loro foto. L’ex attaccante ha poi creato una vera e propria mostra, grazie alla collaborazione con la Gosport Gallery dell’Hampshire. Tutte le foto che i tifosi hanno scattato, infatti, sono state stampate. Il progetto di Crouch prende il nome di “Sixteenth Chapel” in onore del famoso numero della maglia del centrocampista, ma anche della Cappella Sistina in Vaticano. 

Gli scatti sono accompagnati da brevi didascalie che riportano la reazione del giocatore nel momento in cui il fan ha chiesto la foto. Sicuramente una delle parti più divertenti dell’intera galleria, come riporta il Mirror. Reazioni e frasi prevedibili, considerato il caratterino di Keane: “Va bene, ma fai in fretta, altrimenti tutti gli altri str**** ne vorranno una” o “Togli la tua fottuta mano da me”. Chissà l’irlandese cosa penserà di questa grande idea di Crouch e se anche lui consideri queste foto delle opere d’arte. L’inglese nel frattempo, oltre a creare podcast di successo, è arrivato anche in televisione grazie al suo nuovo show per la BBC “Peter Crouch: Save Our Summer”.