Home » L’oltraggio del presidente dell’Atlètico Madrid ai tifosi dei Colchoneros
News

L’oltraggio del presidente dell’Atlètico Madrid ai tifosi dei Colchoneros

Ha suscitato subito polemiche, soprattutto tra i tifosi, la proposta lanciata oggi dal presidente dell’Atlètico Madrid Henrique Cerezo a margine della cerimonia tenutasi stamattina nella capitale spagnola per celebrare il ritorno del calcio. Una proposta che coinvolge i cugini-rivali del Real Madrid e lo stadio Wanda Metropolitano.

Si è tenuta questa mattina a Madrid, presso la celebre Puerta del Sol, una cerimonia ufficiale per celebrare l’imminente ritorno del calcio spagnolo. Due iniziative intolate #VolverEsGanar e #VolveremosSiTuVuelves hanno caratterizzato l’evento al quale hanno partecipato per le due squadre madrilene il presidente dell’Atletico Enrique Cerezo e il direttore delle relazioni istituzionali del Real Emilio Butragueño. Presente inoltre il presidente della Liga spagnola Javier Tebas, oltre al sindaco della città José Luis Martínez-Almeida e molte altre importanti cariche istituzionali. Tra gli inevitabili mini-assembramenti e i vari discorsi ufficiali, ci sono state anche dichiarazioni che hanno sollevato un vespaio di polemiche. A far discutere, in particolare, la proposta del presidente dell’Atlètico.

Piacerà la proposta del presidente dell’Atlètico Madrid ai tifosi?

Henrique Cerezo, in un impeto di generosità, ha proposto di far giocare nello stadio Wanda Metropolitano, tempio del tifo colchonero, i ‘cugini’ del Real Madrid. Questi ultimi saranno infatti costretti a rifugiarsi a Valdebebas e giocare le ultime gare di Liga nel piccolo stadio Di Stefano a causa dei lavori di ristrutturazione in corso al Santiago Bernabeu. A precisa domanda di un giornalista, Cerezo ha risposto così: “Ho intenzione di togliermi la maschera per risponderti. Siamo a disposizione del Real Madrid – ha dichiarato il numero uno dell’Atleticonessuno questo può metterlo in dubbio“. Una proposta, soprattutto nel modo in cui è stata formalizzata (‘siamo a disposizione’ ndr), che suona come un oltraggio per i tifosi dei Colchoneros e che ha subito sollevato un polverone in Spagna.

La risposta del Real

Pare comunque che il Real Madrid abbia già deciso di declinare la pur generosa offerta del presidente dell’Atlètico, come ha scritto Marca. Nessuno dei dirigenti dei Blancos è stato infatti mai sfiorato dall’idea di giocare le sei gare casalinghe rimanenti al Wanda Metropolitano. Fonti del club hanno confermato che lo stadio Di Stefano sarà la casa delle Merengues per questo finale di stagione. Questo nonostante il governo spagnolo stia seriamente pensando di permettere l’ingresso allo stadio del 30% dei tifosi rispetto alla capienza. Avendo il Di Stefano una capacità di 6.000 spettatori, va da sè che potranno assistere alle gare appena 2.000 fortunati sostenitori. Sempre meglio che giocare nello stadio dei rivali cittadini…