Home » Messico, sedicenne ucciso: amici lo aiutano a segnare ultimo gol (VIDEO)
News

Messico, sedicenne ucciso: amici lo aiutano a segnare ultimo gol (VIDEO)

Il calcio? “Sono solo undici uomini che corrono dietro a un pallone” risponderebbero in molti, ma non è esattamente così. C’è molto di più. Il calcio è il sogno di milioni di bambini, è sacrificio, dedizione, passione, è il profumo dell’erba, le ginocchia sbucciate, è gioco di squadra ma anche e soprattutto amicizia.  E a ricordarlo, oggi, sono dei ragazzi messicani, che hanno scelto di far segnare un ultimo gol a un loro amico assassinato. Si tratta del sedicenne Alexander Martinez, ucciso in Messico negli scorsi giorni apparentemente per uno scambio di persona. Il ragazzo era un calciatore e i compagni di squadra hanno deciso di fare un ultimo gesto per questo amico scomparso all’improvviso: aiutarlo a segnare il suo ultimo gol. Una scelta particolare, condivisibile o meno, che i genitori del sedicenne, vista la passione del figlio per il pallone, hanno accolto con piacere.

Sedicenne assassinato: amici lo aiutano a segnare ultimo gol

Dopo il funerale, a Vicente Camalote, la squadra ha portato il feretro del ragazzo nel campo in cui avevano giocato fino a qualche giorno prima tutti insieme. I compagni l’hanno poi aiutato a segnare la sua ultima rete. Il video del gol e dell’abbraccio di squadra è stato poi pubblicato sui social network ed è diventato virale in pochissimi minuti, emozionando milioni di persone in giro per il modo. 

https://twitter.com/tvbus/status/1271228870935457793

Non è la prima volta che nel continente americano si rende omaggio agli amici scomparsi su un campo da calcio. In passato già i giocatori del Cúcuta Deportivo, in Colombia, avevano scelto di salutare un compagno di squadra durante una partita. Si trattava del ventisettenne Christopher Jácome ucciso proprio mentre giocava a calcio il giorno prima del match. I suoi amici volevano che Chistopher assistesse comunque alla partita e hanno chiesto ai genitori di portare il feretro al campo. Prima che la bara entrasse nello stadio, il Cùcuta Deportivo perdeva per 1-0, dopo l’arrivo di Jàcome hanno subito pareggiato e la partita è finita 1-1.