Home » Premier League, Liverpool campione e LeBron James esulta. E ha i suoi buoni motivi…
News

Premier League, Liverpool campione e LeBron James esulta. E ha i suoi buoni motivi…

Tra i tantissimi che hanno esultato per il ritorno alla vittoria della Premier League dopo trent’anni di astinenza c’è anche un tifoso d’eccezione: la star dei Los Angeles Lakers LeBron James. Il motivo della gioia del fenomeno dell’Nba però, non è solamente “di cuore”. Dietro c’è molto, molto altro…

Il Liverpool vince la Premier League dopo 30 anni di digiuno e sulle sponde del fiume Mersey scoppia la festa. Ma non solo lì. C’è infatti chi esulta anche oltreoceano, ed il nome di questo speciale tifoso è più che altisonante: la star dell’Nba LeBron James. “Premier League Champions….Let’s Go”, ha scritto sul proprio profilo Twitter LeBron esultando per il titolo della squadra di Jurgen Klopp che dalle parti di Anfield mancava da ormai troppo tempo. Una gioia che ha colto di sorpresa molti tifosi, stupiti nello scoprire il fenomeno dei Lakers così appassionato dei Reds. Il fatto è che dietro l’esultanza di LeBron James per la vittoria del Liverpool, non si cela solo un tifo spasmodico per la squadra inglese, ma ci sono anche motivi economici. Circa 50 milioni di motivi.

Liverpool campione, LeBron James esulta (e anche il suo conto in banca)

L’esultanza del campione dei Lakers è motivata anche da fattori prettamente economici. LeBron James ha infatti acquistato una quota di partecipazione del 2% all’interno del club inglese. Un investimento effettuato nel 2011 con un esborso al tempo di 6.5 milioni di dollari. Quella piccola percentuale acquistata dalla società Fenway Sports Partners, proprietaria del club però, continua a salire di valore con il susseguirsi dei successi ottenuti sul campo dalla squadra di Jurgen Klopp. Così, dopo il trionfo in Champions League, ora che in bacheca ad Anfield Road arriva anche il primo titolo della Premiership in 30 anni, la quota di LeBron è destinata ancora ad aumentare di valore. Si parla di un guadagno attorno ai 50 milioni di dollari, se non di più. Ecco spiegata tutta questa esultanza…