Home » Gray, prima il tampone poi la festa di compleanno: Watford indaga
News

Gray, prima il tampone poi la festa di compleanno: Watford indaga

Si allunga ancora la lista dei covidiot in Premier League. Questa volta a violare le regole è stato Andre Gray, attaccante del Watford. Il giocatore, dopo aver fatto i controlli previsti nel campionato inglese per il coronavirus, organizza una festa per il suo compleanno a casa con amici. Una ventina in tutto, tra cui anche un compagno di squadra, in barba al lockdown e alle direttive del club. Le nuove indicazioni governative inglesi consentono ai cittadini di poter incontrare amici e conoscenti, ma con due importanti limitazioni. Massimo sei persone e all’aperto. Il Regno Unito, come altri paesi europei, è stato duramente colpito dalla pandemia e il governo britannico sta quindi puntando a una ripresa graduale.

Gray, prima il tampone poi la festa di compleanno: Watford indaga

Molti cittadini però non rispettano le indicazioni e, come loro, anche alcune stelle della Premier League. Da Kyle Walker a Mount fino ad alcuni giocatori dell’Arsenal, un lungo elenco di covidiot, che oggi si arricchisce di un nuovo nome: Andre Gray. Il giocatore del Watford ha compiuto 29 anni il 26 giungo e ha deciso di organizzare una festa nella villa che condivide con la fidanzata e cantante Leigh-Anne Piddock. Andre e gli amici hanno poi condiviso i video della serata sui social. Clip, già cancellate, in cui era evidente che non è stato rispettato il distanziamento sociale. Alla festa era presente anche il compagno di squadra Domingos Quina. Qualche ora prima Gray e i giocatori del Watford avevano fatto il test per il coronavirus, come previsto dalle direttive della massima serie inglese

Il club affronterà questo weekend il Southampton ma non è chiaro se i giocatori faranno un nuovo test prima del match. La società ha comunque commentato l’episodio, tramite una nota ufficiale, sottolineando che indagherà sull’accaduto: “Il Watford Football Club è a conoscenza dei post sui social media che suggeriscono che due giocatori hanno violato i protocolli di blocco del governo. Il club indagherà a fondo sulla questione e parlerà ai giocatori interessati. Non verranno fatti ulteriori commenti”.