Home » Haaland, l’incredibile heat map in Borussia Dortmund-Hoffenheim
News

Haaland, l’incredibile heat map in Borussia Dortmund-Hoffenheim

Il Borussia Dortmund chiude malissimo la stagione 2019-20. Al Signal Induna Park la formazione di Favre crolla contro l’Hoffenheim, perdendo per 0-4. Una partita perfetta per Andrej Kramaric che realizza tutti e 4 i gol degli ospiti in meno di un quarto d’ora di gioco. Prestazione, quella del croato ex Leicester City, resa ancora più pazzesca dal rigore con no-look messo a segno al 50’: rincorsa, testa voltata dall’altra parte al momento del tiro e gol. Giornata da dimenticare invece per Marco Reus e compagni, soprattutto per Erling Haaland, come testimonia la sua heat map.

Haaland, l’incredibile heat map in Borussia Dortmund-Hoffenheim

Il norvegese ha appena chiuso una stagione a dir poco incredibile. Il diciannovenne ha realizzato un totale di 44 gol in 40 gare, comprese le coppe. Erling è arrivato in Germania a gennaio, dopo 16 gol nelle prime 14 partite con il Salisburgo, nella Bundesliga austriaca. In sei mesi a Dortmund e 15 partite riesce invece a mettere a segno ben 13 gol. Stupisce quindi la sua prestazione contro l’Hoffenheim. Grazie alla “heat map” elaborata da Sofascore, che traccia gli spostamenti dei giocatori, risulta abbastanza evidente che il giocatore, a differenza di Kramaric, è rimasto piuttosto immobile. La sua zona rossa, quella cioè più frequentata nel corso della partita, è il cerchio del centrocampo. Una battuta d’arresto davvero pesante. Anche i grandi campioni, però, possono avere giornate no e quella di Haaland è arrivata proprio all’ultimo match della stagione. 

La pesante sconfitta per 0-4, fortunatamente, non ha stravolto gli equilibri dei gialloneri. La formazione di Favre aveva già conquistato, aritmeticamente, il secondo posto. L’Hoffenheim invece era a caccia di un posto in Europa League. Con il fantastico poker di Kramaric la squadra conquista la qualificazione diretta alla competizione europea a scapito del Wolfsburg, costretto ai turni preliminari. Il Borussia ora pensa già al calciomercato e a cercare di fermare, nella prossima stagione, il predominio del Bayern.