Home » Salah non dimentica le origini, donazione importante per il suo villaggio
News

Salah non dimentica le origini, donazione importante per il suo villaggio

Mohamed Salah non dimentica le origini e il suo Egitto, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria. L’attaccante ha donato 30mila sterline per la costruzione di un nuovo centro di ambulanze nella sua città natale di Nagrig. L’egiziano, che solo qualche giorno fa ha conquistato il titolo in Inghilterra con il Liverpool, si è reso protagonista di un gesto altruistico a favore della popolazione del suo villaggio. Non è la prima volta che il giocatore Reds offre un aiuto economico alla sua città natale. Salah ha già finanziato la costruzione di una scuola femminile, di diversi impianti sportivi, di un impianto di depurazione ma ha anche acquistato parecchie attrezzature mediche. Ma ora, che l’Egitto si trova ad affrontare la difficile emergenza del Covid-19, ha scelto di continuare il suo incredibile lavoro di beneficienza. 

Salah non dimentica le origini, donazione importante per il suo villaggio

Salah ha già donato tonnellate di cibo e ha contribuito a ricostruire una clinica specializzata in cure contro il cancro, danneggiato da una bomba durante la pandemia. Ma il 28enne, come riporta il Daily Mail, non si è fermato e ha donato altre 30mila sterline per una nuova stazione di ambulanze nella sua città natale. Il centro è stato inaugurato la scorsa settimana e potrà supportare circa 30mila persone nel Nagrig colpito dal  coronavirus. L’attaccante non ha potuto partecipare alla cerimonia di apertura, ma c’era comunque un valido sostituto. Il padre dell’egiziano, Salah Ghaly, ha dato ufficialmente il via alle attività del centro con il sindaco regionale Tarek Rahmy. Il giocatore Reds ha ricevuto diversi elogi per la sua donazione e per il suo lavoro di beneficenza. 

Il mese scorso l’egiziano aveva già fatto parlare di sé per un episodio avvenuto a Liverpool. Salah infatti aveva pagato il carburante a tutti coloro che erano presenti a una stazione di servizio del Merseyside. Un gesto generoso che dimostra l’altruismo del ventottenne.