Home » Barcellona vs Nike, errore di produzione nuova maglia: non vendibile
News

Barcellona vs Nike, errore di produzione nuova maglia: non vendibile

Possibile battaglia legale tra Barcellona e Nike a causa della nuova maglia per la stagione 2020-21. La società americana infatti ha commesso un errore nella produzione del nuovo kit del club. La maglia quindi non è vendibile e questo sta provocando inevitabilmente delle ingenti perdite di denaro al Barça. Se la multinazionale non rimborserà il club, la società catalana citerà in giudizio la Nike. La direzione del Barcellona sarebbe infatti infuriata.

Barcellona vs Nike, errore produzione nuova maglia: non vendibile

Ma cos’ha scatenato la rabbia di Bartomeu? In ogni store si possono trovare due tipi di maglie blaugrana in vendita al pubblico: la Vapor Match e la Stadium. Le prime, che sono le più costose, sono già in vendita e non hanno avuto alcun problema di fabbricazione. Per le seconde, invece, qualcosa è andato storto. Le maglie infatti si sbiadiscono e quindi non possono essere commercializzate. Questo, come riporta il Mundo Deportivo, ha generato l’ira del club catalano. Il presidente Bartomeu, insieme al vicepresidente Oriol Tomàs e all’esecutivo Joan Carles Raventós, hanno già inviato diversi reclami alla Nike. La dirigenza blaugrana ha chiesto che la multinazionale si assuma tutte le responsabilità e paghi di tasca propria le perdite causate dal loro errore. Quando la maglia viene lanciata infatti è il momento in cui vende di più, ma a causa dell’errore della società americana il Barcellona perderà queste importanti entrate. 

Bartomeu ha chiesto quindi ai suoi dirigenti di fare una valutazione delle perdite per chiedere subito alla Nike tale importo. Se la multinazionale rifiuterà, il Barça farà causa. Tra il club e la società americana c’è sempre stato un buon rapporto. Due anni fa le due entità hanno firmato un’estensione del contratto fino al 2028. La Nike non ha ancora fatto sapere quando sarà in grado di fornire le nuove magliette, ma potrebbero volerci mesi. Inoltre, bisognerà ancora capire se la qualità della seconda e terza maglia presenterà qualche problema.