Home » Benevento, shock Remy: non supera le visite mediche e l’affare salta
News

Benevento, shock Remy: non supera le visite mediche e l’affare salta

Era stato il primo colpo da Serie A del Benevento di Vigorito e Pippo Inzaghi. Un nome altisonante per scaldare la piazza e dare un sicuro apporto in esperienza e goal. Invece l’affare Loic Remy ai giallorossi sembra essere definitivamente saltato: l’attaccante ex Chelsea non ha infatti superato la seconda tornata di visite mediche disposte dal club campano.

Non ha superato la seconda tornata di visite mediche Loic Remy, il primo grande colpo del presidente Vigorito per il neopromosso Benevento. All’indomani della matematica promozione in Serie A della squadra allenata da Pippo Inzaghi, era arrivata la firma dell’esperto attaccante ex Lille e Chelsea. Un colpo di altissimo profilo per fomentare una piazza già calda come quella campana. Invece, come riporta il sito Ottopagine, l’operazione sembra essere ormai irrimediabilmente archiviata. Remy era stato fotografato con Inzaghi sul campo di allenamento del Benevento, aveva superato i primi test medici ma si vociferava che fosse stato scoperto un intoppo durante ulteriori visite.

Salta l’affare Benevento-Remy: non è la prima volta che il francese non supera le visite mediche

Non è la prima volta che il 33enne attaccante non supera le visite mediche: nel 2014 il Liverpool era infatti pronto ad acquistare il francese dal Qpr per una decina di milioni di euro, ma un supplmento di visite specialistiche avevano fatto affiorare un problema al cuore. Problema che aveva fatto desistere i Reds dal tesseramento. Cosa che aveva lasciato contrariato l’attaccante: “Ho appena detto al mio agente che se l’affare non si sta concretizzando è perché non fa per me. Sono rimasto confuso per affermazioni dei dirigenti del Liverpool, che dicono che ho problemi di salute. Ho visto il miglior specialista di Londra e mi ha detto che posso ancora giocare, quindi non è stato corretto da parte loro“. Il Benevento e il Ds Pasquale Foggia ora dovranno necessariamente virare su altri obiettivi. La speranza ovviamente è che il problema di Remy non sia grave.