Home » Brest, accoglienza da dimenticare per Pierre-Gabriel: aggredito
News

Brest, accoglienza da dimenticare per Pierre-Gabriel: aggredito

Un’accoglienza da dimenticare quella di Ronaël Pierre-Gabriel a Brest. Il difensore infatti, arrivato in Francia solamente da qualche settimana, è stato aggredito e la sua auto è stata data la fiamme. A confermare la notizia, il club tramite un comunicato diffuso anche attraverso i social network. Il 22enne si è trasferito ufficialmente al club bretone a inizio mese, il 7 luglio. Pierre-Gabriel si aggiunge alla formazione di Olivier Dall’Oglio dal Mainz con la formula del prestito per un anno. Ma il benvenuto nel paese d’oltralpe non è stato tra i migliori, anzi. La scorsa notte il giocatore è stato picchiato e la sua auto è stata incendiata. 

Brest, accoglienza da dimenticare per Pierre-Gabriel: aggredito

Il terzino è stato bloccato da alcuni ragazzi, secondo quanto riferito molto giovani, che l’hanno aggredito. Pierre-Gabriel ha cercato inizialmente di difendersi, ma alla fine è scappato. Il 22enne ha abbandonato sul posto la sua auto, che è stata poi distrutta dalle fiamme. Il ragazzo ha subito denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine, che hanno avviato un’indagine. Il club invece, attraverso un comunicato stampa, ha confermato la notizia e condannato fermamente l’accaduto: “Ronaël Pierre-Gabriel è stato vittima di un’aggressione e ha subito un danno fisico prima che la sua auto venisse incendiata e completamente distrutta. Il Brest condanna fermamente questo evento e dà il suo pieno sostegno a Ronaël. È un peccato vedere che incidenti di questo tipo possono verificarsi contro un ragazzo che è arrivato solo da due settimane nel Finistère e non ha mai avuto problemi con nessuno”. 

Su diversi social network sono circolate anche le immagini del rogo divampato dall’auto del giocatore, una berlina con targa tedesca. Non è ancora chiaro però, come riporta l’Equipe, come mai il 22enne si trovasse di sera in uno dei quartieri più difficili e malfamati della città.