Home » Solskjaer: “So quando Greenwood fa tardi giocando alla Play”, PlayStation risponde
News

Solskjaer: “So quando Greenwood fa tardi giocando alla Play”, PlayStation risponde

Il Manchester United pareggia contro il West Ham e aggancia il terzo posto in classifica superando, momentaneamente il Leicester. I Red Devils puntano all’obiettivo Champions League e, a mantenere vive le speranze, ci pensa l’ormai solito Mason Greenwood. Il classe 2001, 18 goal in maglia United, segna ancora e regala alla squadra di Ole Gunnar Solskjaer un punto fondamentale. Il classe 2001 è ormai una certezza per lo United, ma è anche il pupillo del tecnico. Il norvegese, nel post partita, ha ammesso di conoscerlo ormai alla perfezione tanto da capire, in allenamento, quando ha fatto le ore piccole a causa della Play. 

Solskjaer: “So quando Greenwood fa tardi giocando alla Play”, PlayStation risponde

Un campione in campo ma anche un normalissimo diciottenne, che non è sempre al top o sempre perfetto: “Mason? Sai quando ha dormito bene e quando è rimasto alzato fino a tardi giocando alla PlayStation perché potrebbe non riuscire a colpire la palla in modo pulito durante l’allenamento“. Dopo le parole del tecnico, però, c’è chi ha voluto regalare un piccolo suggerimento alla stella dei Red Devils. A intervenire sul caso è direttamente PlayStation UK, che non ha perso tempo a inviare Greenwood un trucchetto utilissimo. L’account Twitter della Play ha infatti twittato uno screenshot per spiegare come cambiare il proprio stato da “online” a “offline” e ha taggato il giocatore: “Hey Mason Greenwood“. Un consiglio utilissimo per eludere la sorveglianza di Solskjaer. 

https://twitter.com/PlayStationUK/status/1286223054138474498

Il tecnico, oltre a scherzare sulle notti insonni di Greenwood, ha riservato anche degli elogi per il suo pupillo: “Sta andando sempre più forte. Probabilmente ho finito i superlativi per lui perché è un bravo goleador. Ci ha salvato alcune volte e lo ha fatto di nuovo ed è stato assolutamente di gran classe da quando gli abbiamo dato un’opportunità contro il Cardiff nell’ultima partita della scorsa stagione. È stato il nostro miglior giocatore in quella partita. Il piccolo sta andando sempre più forte. Non ci sorprende più nel vederlo segnare“.