Home » Premier League, Europa e salvezza: i verdetti dell’ultima giornata
News

Premier League, Europa e salvezza: i verdetti dell’ultima giornata

Si è appena conclusa l’ultima giornata di Premier League, con tutte le partite in contemporanea alle ore 17. Con il Liverpool già campione, il Manchester City sicuro secondo e il Norwich retrocesso, restavano da assegnare i posti validi per l’Europa e determinare quali altri due club sarebbero retrocessi in Championship.

Si è conclusa oggi l’edizione 2019/2020 della Premier League, con tanti appassionati incollati sugli schermi per conoscere gli ultimi verdetti riguardanti la corsa per l’Europa e quella per la salvezza. Con il Liverpool già campione e il Man City matematicamente secondo, per la Champions era corsa a tre tra Manchester United, Chelsea e Leicester per gli ultimi due posti disponibili. Saranno Red Devils e Blues a disputare il massimo trofeo continentale. La squadra di Solskjaer ha battuto a domicilio proprio le Foxes per 0-2 grazie al rigore di Bruno Fernandes e alla rete di Lingard su “gambeta” fallita di Schmeichel. Il Chelsea di Lampard si è sbarazzato per 2-0 del Wolverhampton grazie alla magistrale punizione di Mount e al goal di Giroud. La sconfitta di Stamford Bridge è costata cara ai Wolves, che hanno visto svanire un piazzamento europeo.

Premier League, Europa e salvezza: i verdetti

Il pareggio per 1-1 del Tottenham sul campo del Crystal Palace ha consentito alla squadra di Mourinho di agganciare proprio i Wolves a quota 59 punti al sesto posto, ultimo disponibile per l’Europa League. La differenza reti ha premiato gli Spurs, costringendo la squadra di Nuno Espirito Santo a vincere la FA Cup o la stessa Europa League per continuare a giocare a livello europeo anche nella prossima stagione. Era ingarbugliatissima la situazione in coda, con Aston Villa, Watford e Bournemouth alla disperata ricerca di evitare la retrocessione. L’hanno spuntata i Villains grazie al pareggio ottenuto in casa del West Ham e la concomitante sconfitta della squadra della famiglia Pozzo contro l’Arsenal. Inutile la vittoria d’orgoglio del Bournemouth sul campo dell’Everton di Ancelotti. Il Watford saluta la Premier dopo 6 stagioni, il Bournemouth dopo 5.