Niente Champions per il Trabzonspor, il TAS respinge ricorso sul FPF
Home » Niente Champions per il Trabzonspor, il TAS respinge ricorso sul FPF
Champions League

Niente Champions per il Trabzonspor, il TAS respinge ricorso sul FPF

Solo qualche settimana fa il Tribunale arbitrale internazionale dello sport di Losanna ha deciso di accettare il ricorso del Manchester City e annullare quindi l’esclusione per due anni dalle competizioni europee decisa dalla UEFA per la violazione di alcune regole del fair play finanziario. Un’assoluzione arrivata, come spiegato nelle motivazioni ufficiali, per insufficienza di prove. In questi giorni però arriva un’altra decisione del TAS su un altro club europeo, ma questa volta la scelta non è così positiva. Il Trabzonspor, infatti, è stato escluso dalla Champions League dopo che il tribunale ha respinto il suo appello contro il divieto imposto dalla UEFA. 

Niente Champions per il Trabzonspor, il TAS respinge ricorso sul FPF

Il club turco, in questa stagione, è arrivato secondo in Superlig alle spalle dell’Istanbul Basaksehir, che ha vinto per la prima volta il titolo. Le due squadre hanno spodestato il dominio delle tre big di Istanbul, Fenerbahce, Galatasaray e Besiktas. Quest’ultimo è arrivato solo terzo. Nonostante l’ottimo risultato, però, il Trabzonspor non potrà partecipare alla massima competizione europea per club perché il TAS, come spiegato in una nota, ha respinto il suo ricorso sul Fair Play Finanziario: “La decisione impugnata è confermata e il Trabzonspor rimane escluso dalla partecipazione alla competizione UEFA”.

Il Tribunale arbitrale internazionale dello sport di Losanna conferma quindi la decisione della UEFA dello scorso anno: “Il 5 luglio 2019, la Camera giudicante dell’UEFA CFCB ha stabilito che il Trabzonspor non aveva rispettato il requisito del break-even, come richiesto dal settlemente agreement stipulato il 20 maggio 2016 e ha sanzionato il club con l’esclusione condizionale dalla partecipazione a uno (1) Competizioni UEFA per club per le quali si dovesse qualificare nelle stagioni 2020/21 e 2021/22. La sanzione non avrebbe avuto effetto se il club avesse soddisfatto determinate condizioni, incluso il raggiungimento di un obiettivo rispetto ai suoi risultati finanziari per l’esercizio 2019. Nella decisione impugnata, la Camera giudicante dell’UEFA ha stabilito che il Trabzonspor non ha raggiunto l’obiettivo fissato per l’esercizio 2019 e ha imposto la sanzione”. Parteciperanno dunque alla competizione europea l’Istanbul Başakşehir e il Besiktas.