Home » Lo sfogo di Antonio Conte contro l’Inter: “Spalletti aveva ragione…”
News

Lo sfogo di Antonio Conte contro l’Inter: “Spalletti aveva ragione…”

Il secondo posto non è bastato a placare le critiche, perché tutti si aspettavano che l’Inter sarebbe stata l’anti-juve, soprattutto in virtù degli ingenti investimenti fatti nel calciomercato. Conte è stato oggetto di critiche serrate e dopo la vittoria con l’Atalanta, si è voluto togliere qualche sassolino, riprendendo alcune frasi dette da Spalletti 2 anni fa.

Conte menziona Spalletti

“Questi 82 punti sono soltanto miei e dei giocatori ha sottolineato a Sky Sport il tecnico salentino dopo il match di Bergamo -. La squadra ha cuore e orgoglio, voglia di dimostrare che spesso e volentieri le critiche ricevute non sono giuste. Poi ci sarà tempo per tutti per fare le giuste riflessioni, perché è stata un’annata molto intensa soprattutto per me a livello personale. Non è stata semplice. Non è stato riconosciuto né il lavoro mio né quello dei calciatori, ho trovato scarsa protezione da parte del club nei nostri confronti. Se si vuole ridurre il gap con la Juventus, bisogna essere forti in campo ma soprattutto fuori. Si dovrà parlare col presidente che ora è in Cina. Non mi piace quando la gente sale sul carro solo oggi, quando la cacca l’abbiamo presa solo io e i calciatori e non siamo stati protetti.. La stagione mi è piaciuta zero. La società è stata debole, zero assoluto nella protezione a calciatori e allenatore“.

Infine ha ripreso le parole di Spalletti: “Luciano denunciava nel 2017 alcune cose gravissime, nel 2020 stiamo punto e da capo. Abbiamo dei margini di miglioramento incredibile, ora bisogna capire se la società vuole farli questi miglioramenti. Io ci metto sempre la faccia, davanti a tutti, ma fino a un certo punto: qui nessuno è scemo. Il parafulmine voglio farlo il primo anno, non il secondo. Errare è umano, ma perseverare è diabolico”. Nel video in questione l’ex tecnico nerazzurro parlava di una “talpa” che riferiva i problemi interni di spogliatoio ai giornalisti, fomentando le critiche e le polemiche intorno al mondo Inetr. Parole dure che per qualcuno sanno d’addio. E radio mercato fa il nome di un papabile sostituto che avrebbe del clamoroso: Max Allegri. Un altro bianconero sulla panchina nerazzurro? A breve lo scopriremo.