Home » Real Madrid fuori dalla Champions, il mea culpa di Raphael Varane
News

Real Madrid fuori dalla Champions, il mea culpa di Raphael Varane

Una notte da dimenticare per il Real Madrid, una notte da dimenticare per Raphael Varane. I Blancos perdono contro il Manchester City e sono automaticamente fuori dalla Champions League. Sono gli errori del 27enne a regalare alla formazione di Pep Guardiola la vittoria e la qualificazione ai quarti. Ma Varane, considerato uno dei migliori difensori del calcio mondiale, non ha nascosto i suoi sbagli e ha ammesso tutte le sue colpe, chiedendo scusa ai compagni di squadra. Un mea culpa, quello del francese, arrivato nel post partita durante un’intervista. 

Real Madrid fuori dalla Champions, il mea culpa di Raphael Varane

Il Real Madrid è stato eliminato dalla competizione europea dopo la vittoria complessiva per 4-2 del City. Nella gara di ritorno, all’Etihad Stadium, Raheem Sterling e Gabriel Jesus hanno siglato la vittoria per 2-1 sui Blancos, eliminando definitivamente i campioni di Spagna. A pesare, e parecchio, gli errori di uno dei pilastri della difesa del Real: Raphael Varane. Già dopo 9′, i galacticos passano in vantaggio grazie a una palla rubata da Gabriel Jesus a Varane e servita a Sterling, che segna senza difficoltà. La formazione di Zidane torna poi a sperare con il pareggio di Benzema, ma ecco un nuovo errore fatale del 27enne. Azzarda un retropassaggio a Courtois, ma sulla traiettoria si inserisce Gabriel Jesus che beffa il portiere belga. Una notte da incubo per il francese che ammette subito le sue colpe e si scusa in primis con i compagni di squadra. 

Il difensore ha rilasciato un’intervista nel post-partita, ammettendo che la sconfitta è arrivata solo a causa sua: Volevo mostrare la mia faccia. Ho sbagliato, è tutta colpa mia. Ci sono zone del campo in cui gli errori si pagano a caro prezzo e se sbagli non puoi riprenderti. Mi dispiace per i miei compagni di squadra. Sono triste che siamo fuori. Questo non è successo molte volte nella mia carriera. Ora dobbiamo mostrare carattere, perché è stata una notte dura. Mi sentivo bene per questa partita e mi dispiace sia andata così. Ringrazio i compagni per il sostegno”.