Home » Disavventura per Arthur, va al Camp Nou ma viene respinto ai cancelli
News

Disavventura per Arthur, va al Camp Nou ma viene respinto ai cancelli

Disavventura per Arthur. Il brasiliano voleva assistere al match di Champions League tra Barcellona e Napoli, ma non è riuscito a entrare al Camp Nou. Il giocatore è stato respinto ai cancelli dai funzionari UEFA perché non si è sottoposto ai test anti-Covid dell’organo amministrativo, organizzativo e di controllo del calcio europeo. Guillermo Amor, direttore delle relazioni istituzionali del club, ha confermato il motivo dell’allontanamento del giocatore dallo stadio blaugrana a Movistar Champions League: “Arthur non è venuto quando doveva, non ha passato il PCR con il club UEFA, è fuori dalla lista delle persone che potrebbero essere allo stadio, ecco perché non è qui. Vedremo cosa succederà”. Senza il risultato del test Arthur non ha potuto così seguire il match dagli spalti ma è dovuto tornare a casa e guardare la gara in televisione. 

Disavventura per Arthur, va al Camp Nou ma viene respinto ai cancelli

I funzionari UEFA, come riporta il Mundo Deportivo, sono stati irremovibili e hanno seguito alla lettera il rigido protocollo sanitario applicato per le partite di Champions League. Il centrocampista ha ancora un incontro in sospeso con Eric Abidal per chiarire la sua situazione contrattuale. Il brasiliano infatti, che dalla prossima stagione giocherà con la Juventus, ha deciso di concludere anticipatamente la sua esperienza in Catalogna. Il giocatore, dopo la conclusione della Liga, ha approfittato dei giorni di riposo per volare a Ibiza per un po’ di relax. Il 23enne ha poi informato il Barcellona di essere in vacanza in Brasile, uno dei paesi più colpiti dal coronavirus, e di non aver alcuna intenzione di rientrare in Spagna per la Champions League. Dopo aver parlato con la dirigenza ha fatto rientro in Europa per cercare di raggiungere un accordo con i blaugrana per la rescissione anticipata del contratto. 

Il club vorrebbe evitare tensioni e risolvere faccia a faccia la questione, raggiungendo un accordo che gli consenta, già definitivamente, di lasciare il Barca. Essendo a Barcellona voleva approfittarne per assistere al match di Messi e compagni ma è stato respinto. Niente test, niente partita.