Home » Messi-Barcellona, guerra totale. Il nuovo Ds: “Contiamo su di lui per il futuro”
News

Messi-Barcellona, guerra totale. Il nuovo Ds: “Contiamo su di lui per il futuro”

Continuano, o forse sono solo iniziate, le schermaglie tra Leo Messi e il Barcellona, schermaglie che presto si trasformeranno in una vera e propria guerra. Il campione argentino ha sconvolto il mondo calcistico comunicando al Barça la sua volontà di lasciare il Camp Nou, ma il club è sembrato cadere dalle nuvole. Per bocca del nuovo Direttore Sportivo, la società catalana ha lasciato intendere di star progettando il futuro intorno al proprio numero 10.

Sembra solo agli inizi la guerra totale tra il fenomeno argentino Leo Messi e il Barcellona. Dopo la prima, clamorosa puntata di quella che si preannuncia una lunga telenovela, in cui il numero 10 ha comunicato al club la sua decisione di lasciare la Catalogna a costo zero, mercoledì è andato in scena il secondo episodio. Durante la presentazione del nuovo acquisto blaugrana Francisco Trincao, il neo Direttore Sportivo del club, Ramon Planes, è stato costretto a rispondere alle inevitabili domande sulla notizia che ha sconvolto il mondo del calcio. Planes, appena arrivato al Camp Nou al posto di Eric Abidal, è stato incalzato dai cronisti presenti. E ha risposto con molta, apparente, convinzione.

Messi-Barcellona: è guerra

Non prevediamo alcuna uscita contrattuale, perché vogliamo che Leo rimanga“, ha esordito il nuovo Ds blaugrana. “Stiamo lavorando per trovare la migliore soluzione per il club e per Leo. Contiamo su di lui per il futuro così come contiamo su Trincao (già perchè in realtà Planes stava presentando Trincao… ndr) come talento per il futuro. Speriamo che giocherà al fianco del più grande giocatore della storia, il più grande giocatore del mondo“. Il nuovo Ds sembra avere le idee più che chiare, vuole che il club riparta dopo le brutte sconfitte della stagione appena conclusa, con il 10 argentino al centro del progetto: “Quello che è successo è successo. La nostra idea è quella di costruire una squadra attorno al giocatore più importante del mondo“. Verità o semplici parole di circostanza? Siamo solo agli inizi…