Milan, Ibrahimovic rinnova…anzi no: Raiola smentisce tutto

Sembrava essere finalmente arrivato il giorno della fumata bianca tra il Milan ed Ibrahimovic, con accordo tra le parti trovato e firma per il rinnovo pronta ad essere apposta. Invece è arrivato l’onnipresente Mino Raiola, storico agente dello svedese, a smentire che la trattativa tra i rossoneri e l’asso svedese fosse realmente conclusa. Pensare che solo poche ore prima tutti i giornali e i portali specializzati davano per scontato il prolungamento di contratto…

Firma imminente, tutto fatto, rinnovo pronto…anzi, no. Sembrava veramente in dirittura d’arrivo la trattativa tra il Milan e Zlatan Ibrahimovic per il prolungamento dello svedese con il club rossonero, ma a rompere le uova nel paniere ci ha pensato il “solito” Mino Raiola. Già perchè il super agente dello svedese si è sbrigato a smentire le voci insistenti che si erano diffuse nel pomeriggio tra i maggiori organi di stampa sportiva. Il procuratore tra gli altri anche di Donnarumma e Balotelli, ha lasciato una concisa e al tempo stesso decisa dichiarazione tramite il proprio account Twitter. Una frase che lascia poco all’immaginazione.

Ibrahimovic rinnova col Milan: arriva la smentita di Raiola

Ibrahimovic NON ha rinnovato il suo contratto con il Milan #fakenews“. Così Mino Raiola, procuratore dell’attaccante svedese, in un post sul proprio account Twitter ha voluto tagliar conto sulla notizia che Stefano Pioli e tutti i tifosi rossoneri stavano aspettando da giorni. Nel pomeriggio quotidiani sportivi e siti specializzati davano l’accordo praticamente per fatto sulla base di 6 milioni di euro più uno di bonus. Come sempre però, è arrivato il diabolico Mino a frenare gli entusiasmi e a riportare tutti con i piedi per terra. Forse starà solo tirando un po’ sul prezzo (si vocifera Ibra e l’agente chiedano 7 milioni per firmare…). Da Milanello rimangono comunque ottimisti. Questo matrimonio deve continuare.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA