Home » Ronaldo, Real assumeva sicurezza per impedirgli di far feste ma…
News

Ronaldo, Real assumeva sicurezza per impedirgli di far feste ma…

Ronaldo Nazario è considerato uno dei migliori giocatori della storia del calcio, ma  il brasiliano non è famoso solamente per il suo talento straordinario in campo. Il Fenomeno è noto anche per il suo sontuoso stile di vita fuori dal terreno di gioco. Le feste di Ronaldo sono leggendarie e il giocatore, in una recente intervista per Marca, ha raccontato degli esilaranti aneddoti sui suoi party nel periodo di Madrid. Florentino Perez, presidente delle Merengues, non amava particolarmente gli eventi del brasiliano, anzi, lo infastidivano parecchio. Ha così trovato un metodo per impedirgli di far festa: assumere uomini della sicurezza, ma qualcosa andava sempre storto. 

Ronaldo, Real assumeva sicurezza per impedirgli di far feste ma…

Ronnie è arrivato al Real nel 2002 e, oltre a mostrare il suo eccezionale talento con il pallone, era anche solito organizzare party regolarmente. Il brasiliano ha trascorso cinque anni a Madrid, segnando 104 gol in 177 match. Il suo stile di vita preoccupava però Perez, che ha deciso di assumere degli uomini della sicurezza per impedire al brasiliano di festeggiare. Il personale assunto però non raggiungeva sempre l’obiettivo prefissato, anzi, alla fine si univa ai festeggiamenti: “Florentino metteva quelli della sua sicurezza ma ho finito per dribblare anche loro. Alcuni si sono persino uniti alle feste”. 

La vita del Fenomeno, comunque, non era così sregolata come si racconta. Il 43enne ha ammesso di aver organizzato party solo in occasione delle vittorie del Real. Peccato che vincere, per una squadra di Galacticos, fosse una cosa piuttosto naturale e frequente: “C’è una leggenda su tutto questo, più di quello che era realmente. A volte forse ho festeggiato troppo, ma non era proprio così. Ammetto che ci sia una parte di verità. Dopo che si vinceva una partita amavo organizzare delle feste. Il problema è che giocavo in squadre dove si vinceva spesso. A volte avrei anche potuto organizzare qualche festa in più, ma non l’ho fatto. Sono sempre stato un professionista molto responsabile, ho sempre cercato di non danneggiare il mio fisico“.