Home » Tra Klopp e Lampard è guerra fredda: il tedesco provoca l’inglese
News

Tra Klopp e Lampard è guerra fredda: il tedesco provoca l’inglese

La Premier League è iniziata sabato, col Liverpool che ha vinto la gara d’esordio contro il Leeds, mentre il nuovo Chelsea stellare inaugurerà la sua stagione stasera contro il Brighton. Eppure tra Klopp e Lampard ci sono già le scintille. I due si erano già mandati a quel paese lo scorso luglio, adesso hanno continuato la loro guerra fredda davanti alle telecamere.

Klopp e Lampard sfida a colpi di provocazioni

A riaccendere il fuoco è stato il tecnico tedesco che alla BBC Radio ha detto: “Viviamo in un mondo di incertezza. Ma ci sono comunque dei club che non si curano di questa situazione perché sono di proprietà di altri Paese o guidati da oligarchi. Noi non siamo così, il Liverpool non è così e non può decidere di cambiare tutto in un giorno e fare come ha fatto il Chelsea. Parole che hanno seccato Lampard: “Non ha senso fare i conti agli altri – ha puntualizzato il tecnico dei Blues -. Sappiamo che il Liverpool ha speso ad alto livello. Diamo un’occhiata a gente come Virgil Van Dijk, Alisson, Fabinho, Naby Keita, Sadio Mané e Momo Salah…. Giocatori incredibili che sono arrivati a un prezzo molto elevato“.

Infine l’allenatore inglese ha spiegato: “Vero, il Liverpool lo ha fatto in un certo lasso di tempo, mentre noi dopo il blocco del mercato, per cercare di affrontare la situazione da soli. Ma la realtà è che la maggior parte dei club che vince il campionato ai giorni nostri ha comprato bene e a un livello di prezzo molto alto. Proprio il blocco del mercato, Lampard sostiene sia stata una benedizione: “Ci ha permesso di studiare meglio la rosa e capire dove intervenire e scegliere con calma su quali giocatori puntare”.