Home » Tottenham, maglia numero 3 omessa ma Danny Rose non sapeva nulla
News

Tottenham, maglia numero 3 omessa ma Danny Rose non sapeva nulla

La Premier League ha preso il via ma prima del fischio iniziale il Tottenham, come da regolamento, ha annunciato i numeri di maglia della nuova stagione. Tra questi, è stato omesso il numero 3 ma Danny Rose, proprietario della maglia dal 2012 non sapeva nulla. Il 30enne l’ha scoperto grazie a un amico che ha sentito la notizia in televisione. Il difensore, attualmente, non sta giocando con la formazione di Josè Mourinho ma con gli Spurs U23. L’inglese, dopo un periodo di prestito al Newcastle United, è stato escluso dal progetto del tecnico portoghese. Danny, come riporta Atheltic, è stato informato della fine definitiva della sua avventura in maglia Spurs recentemente. Ma non sapeva che il suo numero fosse stato addirittura omesso.

Tottenham, maglia numero 3 omessa ma Danny Rose non sapeva nulla

Il rapporto tra Rose e lo Special One è a un punto di rottura e il portoghese, nella conferenza stampa pre gara contro l’Everton, ha confermato che il 30enne non giocherà più con gli Spurs: “Il ragazzo è in uscita dal Tottenham. Se il Genoa dovesse prendere Danny Rose, penso che si porterebbe a casa un ottimo calciatore”. Il difensore ha giocato l’ultima volta per il club inglese nel match contro il Liverpool a gennaio e, non molto tempo dopo, ha affrontato Mourinho per capire qualcosa in più sulla sua situazione. L’incontro, come spiega Sportbible, è stato documentato nel documentario “All or Nothing” di Amazon. 

Un momento abbastanza teso. Mourinho inizialmente ha chiesto a Rose cosa intendesse e il giocatore è stato diretto: “Sai esattamente cosa intendo, come vengo trattato. Ero molto emozionato quando sei venuto come allenatore, ma se non vuoi che giochi, preferirei che me lo dicessi ora, e io rimango a casa e mi alleno a casa”. Ma dopo la sua esclusione dalla squadra, anche il suo numero 3 è stato eliminato. Peccato però che il terzino non sapesse nulla e l’abbia scoperto per caso. Un amico infatti ha sentito la notizia alla TV e l’ha riferito a Danny. Una scoperta brutale dopo 8 anni di fedeltà al Tottenham.