Home » Luis Suarez, clausola sull’addio al Barcellona: “vietati” alcuni club europei
News

Luis Suarez, clausola sull’addio al Barcellona: “vietati” alcuni club europei

Luis Suarez lascia ufficialmente il Barcellona. L’uruguaiano, che non rientrava più nei progetti della società e del nuovo tecnico Ronald Koeman, ha detto addio, in lacrime, ai blaugrana. Il club ha deciso di rescindere il suo contratto e l’attaccante vestirà presto la maglia dell’Atletico Madrid. Il 33enne sembrava vicinissimo a un approdo in Serie A, con la Juventus, e aveva già sostenuto il chiacchierassimo esame di italiano per il passaporto, ma alla fine rimarrà in Spagna. Molti erano i club interessati al giocatore, ma l’uruguaiano non aveva un così ampio potere decisionale. Nell’accordo con il Barcellona, infatti, c’era una clausola che impediva a Suarez, in caso di addio, di andare in alcuni club.

Luis Suarez, clausola sull’addio al Barcellona: “vietati” alcuni club europei

Alcune squadre europee, come riporta la testata americana ESPN, erano off limits.  L’Atletico Madrid e la Juventus non erano tra queste. Quali sono dunque? Una delle società è parecchio intuibile. Spagnola, più precisamente con sede nella capitale, e rivale storica del Barca. Sì, il Real Madrid non era tra le destinazioni papabili per il Pistolero. Non solo blancos però, anche le due squadre di Manchester (United e City) e il Paris Saint-Germain. La clausola, ovviamente, non prevedeva un divieto assoluto. Il giocatore poteva comunque scegliere uno di questi club, ma avrebbe dovuto rinunciare alla buonuscita su cui si era accordato con i blaugrana. 

Un problema che non si è presentato visto che il giocatore si unirà ai Colchoneros. Dopo la partenza di Alvaro Morata, che torna alla Juventus, l’Atletico accoglierà infatti Suarez. I Los Rojiblancos pagheranno al Barcellona 6 milioni di euro e i catalani pagheranno invece la buonuscita al giocatore. Suarez ha lasciato ieri il campo di allenamento del Barcellona per l’ultima volta e non è riuscito a trattenere l’emozione. L’attaccante era arrivato dal Liverpool sei anni fa, per 74 milioni di sterline. Con la maglia blaugrana ha segnato 198 gol in 283 gare e ha raggiunto il terzo posto nella classifica dei migliori marcatori di tutti i tempi del club. Durante la sua permanenza al Camp Nou, il 33enne ha vinto 13 trofei, tra cui quattro campionati, una Champions League e una Coppa del Mondo per club.