Home » Turchia, moglie di Emre Asik aveva pagato un sicario per uccidere marito
News

Turchia, moglie di Emre Asik aveva pagato un sicario per uccidere marito

L’ex giocatore di  Fenerbahçe, Galatasaray, Besiktas e della nazionale turca Emre Asik ha rischiato di essere ucciso per mano di un sicario. L’omicidio era stato organizzato nel dettaglio da una sola mente, la moglie del difensore, che ha tralasciato però solamente un piccolissimo dettaglio. La storia infatti è venuta a galla proprio grazie al sicario che, invece di portare a termine il lavoro, ha rivelato tutte le informazioni ad Asik. Yağmur Asik, che è madre dei tre figli di Emre e che risulta essere ancora sposata con lui, è al momento accusata di tentato omicidio nei confronti del marito. Yağmur ha tentato per ben due volte di uccidere l’ex difensore. 

Turchia, moglie di Emre Asik aveva pagato un sicario per uccidere marito

Prima di contattare un sicario, come spiega As, avrebbe infatti chiesto al suo amante, Erdi Sungur, di uccidere l’ex Galatasaray. Ma l’uomo, come ha raccontato dopo l’arresto, non voleva farlo: “Ho una relazione con Yağmur. Lei pensava solo ad ereditare la fortuna che avrebbe ricevuto dopo la morte di Emre Asik. Mi ha chiesto di ucciderlo, ma ho rifiutato. Una volta mi ha portato un pezzo di carne. Voleva che sparassi alla carne. Ho provato a farlo, ma ho chiuso gli occhi e lei mi ha detto  ‘Non sai farlo’ ”. La donna ha così contattato un sicario, offrendogli 10 milioni di lire turche (circa 1 milione di euro). L’uomo doveva uccidere Emre e seppellirlo in un luogo sicuro. Secondo l’accusa, Yağmur ha fornito al sicario  anche un’arma, ma non solo. 

Insieme hanno perlustrato varie zone rurali e altopiani di Düzce per scegliere un luogo in cui seppellire e nascondere il cadavere dell’ex giocatore. Ma il sicario alla fine ha confessato tutto al giocatore. Al momento i tre implicati sono detenuti e in attesa della prima udienza presso l’Alta Corte penale di Düzce, un’area situata nella regione del Mar Nero. Emre e Yağmur Asik si sono sposati in Francia nel 2012, ma il loro matrimonio è quasi sicuramente arrivato al capolinea.