Home » Gli occhi di mezza Europa sulla nuova stellina argentina Alex Luna
calciomercato

Gli occhi di mezza Europa sulla nuova stellina argentina Alex Luna

Si chiama Alex Luna, ha appena 16 anni, ed è considerato da tutti gli osservatori il nuovo craque del calcio mondiale. Ecco perchè gli occhi di mezza Europa sono già tutti puntati sul classe 2004, trequartista dell’Atletico Rafaela, squadra dela seconda divisione argentina. Milan, Manchester United, Paris Saint Germain, Barcellona, Atletico Madrid, Bayern Monaco e Arsenal, sono solo alcuni dei club interessati al gioiellino sudamericano.

Sono già un paio d’anni che in Argentina non si fa che parlare del giovanissimo Alex Luna come del nuovo prossimo fenomeno del calcio mondiale. Peccato che il ragazzino abbia appena 16 anni. Il classe 2004 è il classico numero 10: grande tecnica, buon senso del goal e un’innata dote nell’effettuare passaggi smarcanti per i compagni. Tutte queste qualità, unite alle sue prestazioni con il club e con le nazionali giovanili argentine, hanno fatto in modo che praticamente mezza Europa si accorgesse di lui. Nelle scorse settimane As ha parlato di Barcellona, Atlético Madrid, Siviglia, Everton, Manchester City, United, Arsenal, Psg, Bayern Monaco, Juventus, Milan e Lazio vigili sul possibile nuovo craque del calcio. Ma sembrerebbe che in pole al momento ci siano Red Devils e Milan

Alex Luna sognando l’Europa

Sono appunto lo United e il Milan in prima fila in questo momento, con i Red Devils cha pare abbiano già avviato i contatti. Lo United dovrebbe consentire a Luna di rimanere in Argentina fino alla fine del 2021 prima di portarlo ad Old Trafford a Gennaio 2022. Dal canto suo Alex Luna sogna già in grande, come dichiarato tempo fa al quotidiano La Opinion: “Il fatto che tutti questi club mi cerchino, mi dà una grande felicità. Sarebbe un salto per me e per la mia carriera. Andrei in qualsiasi squadra. Ammiro Barcellona, Atlético e Real Madrid“. Simeone prima scelta: “El Cholo è un ottimo allenatore, chi direbbe di no? Mi piacerebbe che mi dirigesse“. Il suo idolo? Neymar: “Mi piace dribblare, dribblare, come Neymar. Cerco di imitarlo molto per il suo stile di gioco e per tutte le cose che fa. È uno dei migliori al mondo con Messi. Neymar è davanti a Cristiano“. L’asta per il ragazzino è pronta a partire. Ma quante volte si è parlato di giovani fenomeni provenienti dal Sudamerica che invece hanno poi deluso le aspettative? Chi delle big europee sarà pronta a rischiare?