Home » Usa, insulti omofobi: squadra guidata da Donovan lascia il campo
News

Usa, insulti omofobi: squadra guidata da Donovan lascia il campo

Ennesimo, brutto episodio in un campo di calcio, questa volta negli Stati Uniti, durante la partita di USL (la Serie B americana) tra San Diego Loyal e Phoenix Rising FC. L’allenatore dei Loyal, l’ex nazionale a stelle e strisce e giocatore di Bayer Leverkusen e Everton Landon Donovan, ha ordinato alla propria squadra di lasciare il campo dopo degli insulti omofobi nei confronti di un suo giocatore.

Un episodio di ignoranza, bigottismo e maleducazione, quello avvenuto durante la sfida tra San Diego Loyal e Phoenix Rising FC valida per il campionato USL americano. Il centrocampista dei San Diego Loyal Collin Martin è stato presumibilmente preso di mira da un giocatore avversario con uno scurrile insulto omofobo. A quel punto Landon Donovan, ex stella del calcio statunitense, ora 38enne, ha guidato la sua squadra fuori dal campo. Collin Martin è l’unico giocatore militante nelle leghe professionistiche americane ad aver fatto outing dichiarandosi apertamente omosessuale. Il presunto colpevole degli insulti omofobi sarebbe il centrocampista dei Rising Junior Flemmings.

USA Donovan porta via la squadra dopo gli insulti omofobi

Dopo l’episodio, Donovan ha chiesto sia all’arbitro che all’allenatore avversario Rick Schantz di far uscire Flemmings dal campo durante l’intervallo: “È qualcosa che va oltre il calcio. È qualcosa di idiota, ignorante e pericoloso“, ha urlato l’ex Everton. Entrambi però hanno risposto negativamente. Così la leggenda del calcio a stelle e strisce e la sua squadra sono tornati in campo per il secondo tempo solo mettersi in ginocchio (le squadre erano d’accordo di farlo al 71esimo minuto per prendere posizione contro il razzismo), prima di ritirarsi ed abbandonare alla partita per protestare contro l’accaduto. Una partita che tra l’altro la squadra di San Diego stava vincendo per 3-1. Dal canto suo Flemmings si è difeso su Twitter: “Un’accusa falsa e i miei compagni di squadra sosterranno la mia affermazione“. ha scritto in un post. Veritiera o falsa, trovarsi nel 2020 anche solo a dover parlare di dinamiche del genere mette molta tristezza…

Il VIDEO delle proteste di Donovan