Guardiola elogia Bielsa, ma lui replica: “Il suo calcio ha fatto danni”

Terza giornata di Premier League per il Manchester City che, a Elland Road, affronta il Leeds United di Marcelo Bielsa. Inevitabili, nel pre partita, le domande dei media inglesi sul rapporto tra i due tecnici. E a sorprendere è la risposta dell’argentino. Pep Guardiola ha elogiato Bielsa definendolo una fonte di ispirazione. Al contrario il 65enne ha lanciato una stilettata al collega del City, spiegando che il catalano ha fatto molti danni al calcio. Le sue parole, arrivate dopo gli elogi dello spagnolo, hanno fatto molto rumore ma si sa, da El Loco ci si può aspettare di tutto. 

Guardiola elogia Bielsa, ma lui replica: “Il suo calcio ha fatto danni”

I due si conoscono già da tempo, il 49enne infatti ha incontrato Bielsa in Argentina prima di diventare l’allenatore del Barcellona B. Guardiola, che si ispira all’olandese Johan Cruyff, ha sempre ammirato anche l’argentino e ha adottato molte delle sue filosofie: “Probabilmente è la persona che ammiro di più nel calcio mondiale, come allenatore e come persona. È l’allenatore più autentico per come conduce le sue squadre, è unico. Nessuno lo può imitare, è impossibile. Non lo vedo tanto, ma quando ho il piacere di passare del tempo con lui è sempre fonte di ispirazione. Il valore di un allenatore non dipende da quanti titoli o premi hai vinto. È un bel regalo per la Premier League averlo qui perché le sue squadre sono sempre una gioia da guardare. Sono oneste, vogliono sempre attaccare e producono un buon calcio per gli spettatori”

Ma Bielsa, al contrario, ha minimizzato la sua influenza sulla filosofia calcistica di Guardiola e ha attaccato il catalano: “Non mi sento come un mentore di Guardiola. È stato dimostrato che non è così. Se c’è un allenatore indipendente nelle sue idee, quello è Guardiola. Le sue squadre giocano come nessun’altra squadra. Molti credono che il suo Barcellona sia la migliore squadra di club mai creata. Guardiola ha fatto molti danni perché, in modo involontario, ha inventato un sistema che è il modo in cui si difende una sua squadra. Una cosa è Klopp, una cosa è Guardiola e un’altra sono io. Non riesco a considerarmi in un piano di confronto o di uguaglianza con loro”. Dopo le scintille in conferenza stampa si aspettano ora quelle sul terreno di gioco.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.