Home » Germania, portiere picchia arbitro: la punizione è a dir poco esemplare
News

Germania, portiere picchia arbitro: la punizione è a dir poco esemplare

Le decisioni arbitrali causano spesso l’ira e le polemiche dei giocatori. Non è raro infatti vedere un giocatore che non reagisce bene a una scelta del direttore di gara. Delusione e rabbia sì, ma violenza no. Le reazioni violente infatti non sono ammesse e si rischiano punizioni esemplari. Ne sa qualcosa un portiere tedesco che ha picchiato l’arbitro e si è beccato una squalifica di 8 anni. È successo tutto nella gara tra il CSV Marathon II, club che milita nelle serie minori tedesche, e l’SV Oppum. Il direttore di gara convalida la rete del pareggio dell’Oppum, ma i padroni di casa protestano per un sospetto fuorigioco. Parte così una rissa che l’arbitro riesce tranquillamente a sedare, espellendo anche uno dei calciatori del Marathon. Tutto nella norma, finché il portiere del CSV non arriva di corsa dalla sua area e colpisce l’uomo alle spalle. 

Germania, portiere picchia arbitro: la punizione è a dir poco esemplare

La partita è stata immediatamente sospesa e il Marathon, club del portiere, ha subito emesso un ordine restrittivo nei confronti del giocatore, impedendogli di accedere alle strutture della società. Samet, questo il nome dell’estremo difensore, non è stato immediatamente espulso dalla rosa per motivi legali. Ma i guai per lui non sono finiti. A distanza di qualche settimana dalla gara, come spiega ESPN, è arrivata anche la squalifica da parte della federazione locale: 8 anni. 

E ora che la decisione finale della FA è arrivata, anche il club potrà procedere con il licenziamento: “I giocatori come lui non avranno una seconda possibilità al CSV Marathon Krefeld. Il club ha spinto per imporre il divieto massimo al portiere e la FA locale ha consegnato al giocatore un divieto di otto anni. Ora possiamo espellere la persona dal nostro club. Attaccare l’arbitro non è proprio possibile. È un lavoro onorevole quello che stiamo facendo, e cose del genere portano via tutto il divertimento, macchia tutto”.