Home » Man Utd, Scholes boccia l’acquisto di Cavani: “Sembrava vicino alla pensione”
News

Man Utd, Scholes boccia l’acquisto di Cavani: “Sembrava vicino alla pensione”

È stato Edinson Cavani il colpo ad effetto del Manchester United poco prima della chiusura del calciomercato. I Red Devils hanno acquistato l’attaccante a paramero zero facendogli firmare un contratto biennale molto sostanzioso. Ma qualcuno storce il naso sull’arrivo dell’uruguaiano, ed è qualcuno che dalle parti di Old Trafford ha un certo peso: l’ex bandiera del club Paul Scholes.

Non è piaciuto proprio a tutti l’acquisto in extremis dell’ex attaccante del Paris Saint Germain Edinson Cavani da parte del Manchester United. Molti tifosi hanno disapprovato la scelta, ma anche alcuni autorevoli addetti ai lavori. Uno su tutti, un ex che con la maglia dei Red Devils conta oltre 700 presenze in quasi 20 stagioni: Paul Scholes. L’ex centrocampista, parlando a Stadium Astro, ha stroncato in pieno l’acquisto del Matador, asserendo che il suo arrivo sarebbe stato funzionale qualche anno fa mentre adesso ha ben poco senso. Una bocciatura in piena regola che non lascia molto spazio ad interpretazioni.

Cavani, la bocciatura di Scholes

Ovviamente ai suoi tempi è stato un centravanti di altissima qualità“, ha detto Scholes parlando di Cavani. “Ma adesso ha 33 anni, e sembrava che stesse per andare in pensione. La scorsa stagione non ha giocato molto per il Psg“. Secondo l’ex centrocampista il Manchester United avrebbe dovuto pensarci ben prima: “Cinque, sei anni fa, sì, sarebbe stata una grande firma, avrebbe alzato il livello della squadra. Ma non credo che lo alzerà adesso“. La cosa che non convince Scholes è soprattutto la durata dell’accordo tra il centravanti e i Red Devils: “Trovo molto strano che gli abbiano fatto firmare un biennale. Uno come lui sarebbe dovuto arrivare in prestito, come Henrik Larsson nel 2007“. Riuscirà il Matador a far cambiare idea alla bandiera di Old Trafford?