DPCM 25 Ottobre 2020: la serie A continua ma senza pubblico. Stop al campionato d’Eccellenza

Nella notte il premier Giuseppe Conte ha firmato il DPCM del 25 Ottobre 2020 che prevede la chiusura di piscine e palestre, ma salva (per ora) il calcio professionistico. Tuttavia, gli stadi torneranno ad essere totalmente chiusi, quindi non più aperti a 1000 spettatori come avvenuto nelle prime giornate di serie A.

DPCM 25 Ottobre 2020

La bozza era già trapelata ieri, ma adesso il DPCM del 25 Ottobre 2020 è stato firmato dal presidente del consiglio ed entrerà in vigore da domani fino a 24 Novembre. Per il momento nessun lockdown, anche se il governo sconsiglia spostamenti tra regioni. Chiuse palestre, piscine, centri benessere, cinema, teatri, casinò e centri scommesse. Per quanto riguarda invece bar, ristoranti e gelaterie dovranno chiudere al pubblico entro le ore 18:00, ma potranno rimanere aperti anche la domenica (sempre fino alle 18) ma con tavolate di max 4 perone (salvo che siano tutti conviventi).

Per quanto riguarda il calcio si salvano Serie A, B, C e D, ma si ferma tutta l’attività dall’Eccellenza in giù, nel femminile sì a Serie A e B; nel calcio a 5 avanti Serie A, A2 e B maschile e A e A2 femminile. Per quanto concerne gli altri sport: nel basket ok ai campionati nazionali di A, A2, B nel maschile (ma questi ultimi due avevano già fatto slittare il via al 22 novembre) e A1 e A2 femminile; nella pallamano ammesse A1 e A2 maschile e femminile. Tuttavia il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, non esclude la possibilità che si possano stoppare anche i campionati professionisti qualora la situazione dovesse degenerare: “Il calcio è una grande industria – ha detto all’Avvenire – ma in questa fase sono altre le priorità. Chiudere il campionato? Ascolteremo con attenzione le valutazioni del Comitato tecnico scientifico”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA