Home » Atalanta, Papu Gomez svela il motivo della depressione di Ilicic
News

Atalanta, Papu Gomez svela il motivo della depressione di Ilicic

Un malessere improvviso, dopo una stagione fino a quel momento sopra le righe con la sua Atalanta. Una stagione da 34 presenze e 21 goal. Poi il buio, e la sensazione di non farcela più. Momenti difficili che adesso, dopo quasi 4 mesi, per Josip Ilicic sembrano superati. Per lo sloveno si è parlato a lungo di depressione, ma i motivi di questo malessere non erano stati mai rivelati. In un’intervista all’emittente argentina Tyc Sports, il suo compagno e amico Papu Gomez ha parlato della causa dei problemi avuti dal trequartista mancino.

Josip Ilicic è stato uno dei grandi protagonisti della magnifica stagione scorsa dell’Atalanta. Goal, assist e giocate che hanno illuminato il campionato e la corsa in Champions League della Dea. Poi, dopo i quattro goal rifilati al Valencia nella fantastica notte del Mestalla, lo stop forzato del calcio causa Coronavirus, una lenta ripresa e, dopo l’11 Luglio (Juventus-Atalanta), il buio. Lo sloveno è uscito dalla lista dei convocati e dai radar della squadra nerazzurra. Prima per una partita, poi anche per quella successiva, infine per tutto il resto della strana scorsa annata di calcio. Si è a lungo parlato di un malanno interiore, psicologico. Una beffarda e subdola depressione che gli aveva tolto la voglia di giocare. In un’intervista ad un’emittente argentina, il capitano dell’Atalanta Papu Gomez ha rivelato il motivo della depressione del suo compagno Ilicic.

Gomez rivela il motivo della depressione di Ilicic

Josip ha contratto il Coronavirus – ha spiegato l’argentino a Tyc Sports – e ha sofferto molto, cadendo in depressione. Nella vita può arrivare un momento in cui la testa ti esplode, ma per fortuna ora sta bene, è tornato ed è molto importante per noi“. Ci sarebbe stato dunque il Covid-19 alla base dei malanni interiori del calciatore sloveno. Adesso però Ilicic ha superato problemi fisici e psicologici ed è tornato a fare ciò che gli viene meglio: giocare a calcio. Per lui, dopo il non semplice ritorno al calcio giocato nella sconfitta di Napoli, subito un assist in Champions per il goal dello 0-4 di Miranchuk contro il Midtjylland. Lo sloveno adesso, sconfitti i suoi mostri, è finalmente pronto a prendere per mano l’Atalanta e a riprendersi la scena.