Psg, Tuchel gli infortuni e il tour de force: “Così uccideremo i giocatori”

Tante partite e pochi giorni per prepararle. Così arrivano infortuni, acciacchi e problemi fisici, e anche le corazzate europee, nonostante le loro lunghe e folte rose, non possono non fare i conti con il fittissimo calendario. Thomas Tuchel, tecnico del Paris Saint Germain, si è lamentato senza usare giri di parole del tour de force al quale saranno costretti i parigini da qui a Dicembre, soprattutto dopo l’infortunio rimediato da Neymar in Champions League.

L’allenatore del Psg Thomas Tuchel ha criticato senza mezzi termini in conferenza stampa il calendario troppo intenso che i suoi giocatori sono costretti ad affrontare da inizio stagione, che secondo lui ha causato e continuerà a causare troppi infortuni. I parigini hanno iniziato la loro stagione il 10 Settembre e la trasferta di questo sabato a Nantes sarà addirittura la loro quinta partita in 16 giorni. Il Psg dovrà poi giocare contro il Lipsia in Champions League e contro il Rennes in Ligue 1 prima della pausa per le nazionali di Novembre, per poi affrontare un tour de force di altre 10 partite prima di Natale. Un calendario senza pause che, secondo il tecnico tedesco, mette a repentaglio la salute dei calciatori.

Psg, Tuchel e il problema infortuni

Dopo l’infortunio occorso alla sua stella Neymar nella sfida di Champions League contro l’Istanbul Basaksehir mercoledì scorso, il tecnico Tuchel ha sbottato in conferenza stampa: “Così uccideremo i giocatori“, ha detto il tedesco prima della partita contro il Nantes. “È quello che ho sempre detto. Li uccideremo perché c’è un legame importante tra preparazione, prestazione e riposo. Nel calcio questo ricade maggiormente sui grandi giocatori perché loro giocano anche con le nazionali. Giocano durante la pausa, viaggiano, e questo secondo me è troppo. Non hanno tempo per recuperare e prepararsi“. La preparazione è alla base dello sport secondo Tuchel: “Non è un segreto. La preparazione influenza gli infortuni e le prestazioni. Senza preparazione, i giocatori sono più fragili e difficili da gestire. Questa non è una scusa, questa è la verità“. E se lo dice un tecnico con una rosa come la sua…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA