Home » Lyle Taylor, l’attaccante che tira i rigori con la tecnica più “irrispettosa” (VIDEO)
News

Lyle Taylor, l’attaccante che tira i rigori con la tecnica più “irrispettosa” (VIDEO)

Nel corso della storia del calcio la tecnica e il modo di calciare i tiri dal dischetto si è molto evoluta, con gli specialisti sempre alla ricerca di metodi nuovi ed innovativi per trarre vantaggio nei confronti del portiere avversario. Lo standard degli estremi difensori è molto migliorato in questo fondamentale, e l’esito di un penalty non è più così scontato come in passato. Tra scavetti, rallentamenti, saltini e rincorse a singhiozzo si inserisce di diritto l’attaccante del Nottingham Forest Lyle Taylor con la sua tecnica tutta arroganza.

L’evoluzione del gioco del calcio passa anche attraverso l’evoluzione del modo di tirare i calci di rigore. Nel corso della storia sono state tante e differenti le tecniche usate dai rigoristi per battere i portieri avversari dagli undici metri, con risultati spesso positivi, ma altrettanto spesso molto deludenti. Un elemento diventato fondamentale nella tecnica del penalty è la rincorsa, tanto che la Fifa ha dovuto inserire una regola specifica in modo da evitare brusche frenate e pause prima del tiro dal dischetto. Se la corsetta in surplace di Paul Pogba (utilizzata anche da Zaza con tanto di skip agli Europei e con esito disastroso), era apparsa come un estremo, c’è però chi è riuscito a spingersi oltre. È l’attaccante Lyle Taylor, attualmente in forza al Nottingham Forest, che in Inghilterra già definiscono il giocatore con il metodo più “irrispettoso” di tirare i rigori.

I rigori di Lyle Taylor

Taylor, passato in estate dal Charlton al Forest, ha un modo tutto suo di affrontare i portieri avversari dalle dodici yards. L’attaccante prende una rincorsa motlo lunga, partendo ben fuori dall’area di rigore, e si avvia camminando lentamente verso il dischetto e fissando negli occhi il suo diretto rivale a difesa della porta. Poi, all’ultimo secondo disponibile, accelera il movimento, sceglie l’angolo e spara. Risultato? Praticamente sempre goal. Esempio lampante del sangue freddo di Taylor, il penalty calciato mercoledì al settimo minuto di recupero della sfida tra il Nottingham ed il Coventry. Una sfida con il risultato fermo sull’1-1. Rigore trasformato con la solita tecnica e festeggiamento con sguardo di sfida al portiere, tanto per dare ancora più arroganza ad un rigore ignorante già di suo. Il nazionale di Montserrat (isola delle Piccole Antille nel Mar dei Caraibi), rischia seriamente di far arrabbiare più di un estremo difensore…

Ecco una carrellata dei penalty arroganti di Taylor