Perù, scoppia la Lapadula-Mania: “Ti farò fiorire per farti segnare contro…”

Erano ormai molti anni che si parlava insistentemente di una possibile convocazione di Gianluca Lapadula con il Perù. Madre peruviana, l’attaccante del Benevento dopo aver ottenuto la cittadinanza del paese sudamericano non ci ha pensato due volte e ha subito risposto ‘presente’ alla chiamata del Ct Ricardo Alberto Gareca. E in Perù è già scoppiata la Lapadula-Mania.

Il Ct del Perù Ricardo Alberto Gareca ha convocato l’attaccante del Benevento Gianluca Lapadula per le sfide di qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 contro Cile ed Argentina. Per Lapadula, dopo tante parole su un suo possibile esordio con la maglia della Nazionale Blanquirroja, è arrivato finalmente il momento di passare ai fatti e tentare di conquistare i tifosi del paese andino sudamericano. Anche se in realtà l’attaccante ex Milan e Genoa tra le altre, la maggior parte degli appassionati peruviani li ha già conquistati. E non solo loro. Tra prime pagine dei giornali e guaritori che compiono riti sciamanici in suo onore, il centravanti può già sentirsi come a casa.

In Perù è già Lapadula-Mania

Lapadula è già sbarcato nella capitale Lima e domani o al massimo mercoledì partirà insieme ai suoi nuovi compagni di Nazionale alla volta del Cile per la prima sfida in programma sabato. Mercoledì prossimo poi, l’esordio casalingo contro l’Argentina di Leo Messi. I giornali peruviani sono scatenati, convinti che l’attaccante nativo di Torino, papà pugliese e mamma sudamericana, possa riuscire a dare una sterzata al cammino della Blanquirroja, reduce da un pareggio ed una sconfitta nelle prime due partite. Sulla prima pagina lo chiamano già “Lapagol, il nuovo Cholito della nazionale“.

E non è tutto…

Non solo i giornalisti ed i tifosi ad accogliere calorosamente il nuovo attaccante della Nazionale. Lapadula ha infatti ricevuto una speciale benedizione dal celebre guaritore Don Abel. Come riporta la testata AP Noticias, il santone peruviano ha consacrato il centravanti alle divinità delle Ande e della Madre Terra. “Lapadula, ti farò fiorire per farti segnare contro il Cile e contro l’Argentina“, ha recitato Don Abel in un rito sciamanico.

Sono molto più consapevole e orgoglioso che dentro di me ci sia il sangue peruviano“, dichiarava l’attaccante del Benevento un mese fa. Adesso, soprattutto dopo un’accoglienza del genere e con il favore degli dei, starà a lui dare una risposta sugli infuocati campi sudamericani.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA