Home » I 20 Paperoni della Premier League: la classifica dei proprietari più ricchi
News

I 20 Paperoni della Premier League: la classifica dei proprietari più ricchi

La pandemia di coronavirus ha causato una crisi economica globale inevitabile, che ha colpito anche il mondo del calcio. I club stanno facendo fronte alle enormi perdite ma, nonostante questo, continuano a investire come possono. I club della Premier League, ad esempio, sono riusciti a spendere oltre 1 miliardo di sterline nella finestra di calciomercato estivo. In fondo, c’è sì la crisi però i proprietari di club inglesi valgono un sacco di soldi. Ma quanto valgono esattamente? Lo svela talkSPORT, che ha recentemente pubblicato l’elenco dei 20 proprietari più ricchi del campionato di Sua Maestà. Una classifica che non riserva molte sorprese, sopratutto per quanto riguarda il podio. Nelle ultime tre posizioni troviamo Mike Garlick, proprietario del Burnley (62 milioni di sterline), il Principe Abdullah bin Musa’ed dello Sheffield United (198 milioni di sterline) e l’italiano Andrea Radrizzani del Leeds (450 milioni di sterline). 

I 20 Paperoni della Premier League: la classifica dei proprietari più ricchi

Va meglio a Tony Bloom, scommettitore sportivo professionista ma anche proprietario e presidente del Brighton. Il suo patrimonio si aggira infatti intorno a 1,3 miliardi di sterline. Bloom è presidente anche della B Royale Union Saint-Gilloise, squadra di prima divisione belga. Prima di lui, David Sullivan e David Gold del West Ham che conquistano il sedicesimo posto in classifica con 1,56 miliardi di sterline. L’uomo d’affari Farhad Moshiri dell’Everton, con 1,9 miliardi, è invece solamente quindicesimo, preceduto da Lai Guochuan del West Bromwich (2,2 miliardi di sterline) e dai cugini del Liverpool. Il Reds John Henry, infatti, con i suoi 2,35 miliardi di sterline è tredicesimo e prima di lui c’è Mike Ashley, del Newcastle con 2,66 miliardi. Aiyawatt Srivaddhanaprabha, 35enne e figlio del compianto presidente del Leicester Vichai Srivaddhanaprabha, ottiene solo l’undicesima posizione con un patrimonio di solamente 3 miliardi di sterline. 

Prima di lui, i dieci uomini più ricchi della Premier. Si parte con il businessman Gao Jisheng, proprietario del Southampton, con i suoi 3,1 miliardi. Ci sono poi Joshua Harris del Crystal Palace, i Glazers del Manchester United e Joe Lewis del Tottenham che hanno rispettivamente un patrimonio di 3,6 miliardi di sterline. Ancora più ricco, però, Guo Guangchang proprietario del Wolverhampton con i suoi 5 miliardi di sterline, preceduto dall’uomo d’affari egiziano Nassef Sawiris dell’Aston Villa (5,5 miliardi di sterline). A un passo dal podio, Shahid Khan  proprietario del Fulham (5,8 miliardi di sterline). Medaglia di bronzo e 6,8 miliardi di sterline, invece, per lo statunitense Stan Kroenke dell’Arsenal, che non riesce a battere Roman Abramovich e i suoi 8,5 miliardi. Il primo posto? Non regala sorprese ed è tutto dello sceicco del City Mansour bin Zayd Al Nahyan che, con i suoi 23,3 miliardi, non teme gli avversari.