Home » Fabregas e Guardiola: “Era il mio idolo ma ora non ci parliamo più”
News

Fabregas e Guardiola: “Era il mio idolo ma ora non ci parliamo più”

Da tecnico e idolo a perfetto sconosciuto. Cesc Fabregas, oggi giocatore del Monaco, ha ripercorso il suo passato in un’intervista a Catalunya Radio, parlando in particolare del suo rapporto con i suoi due ex tecnici Guardiola e Mourinho. Il centrocampista ha ancora oggi un ottimo rapporto con lo Special One, ma rivela di non avere più alcun contatto con quello che era il suo idolo, Pep Guardiola

Fabregas e Guardiola: “Era il mio idolo ma ora non ci parliamo più” 

Mourinho è l’allenatore che è riuscito ad ispirare maggiormente il 33enne, dopo che ha lasciato il Barcellona. È il 2014, il portoghese è tornato sulla panchina Blues da un anno e Fabregas ha appena lasciato il club catalano per far ritorno a Londra. I due avevano avuto dei problemi in passato, in particolare quando Cesc era all’Arsenal e lo Special One al Chelsea e poi quando il tecnico allenava il Real Madrid e il centrocampista era al Barcellona, ma hanno voltato subito pagina lasciandosi il passato alle spalle: “Mourinho è l’allenatore che mi ha ispirato di più quando ho lasciato il Barca. Mi ha parlato del suo progetto e io ho dato la priorità all’aspetto professionale, e ancora oggi gli scrivo e lo considero un amico. Mi ha aiutato molto in un momento difficile della mia carriera e forse ho giocato una delle mie migliori stagioni con lui”.

Diversa invece la situazione con Guardiola. Cesc infatti ha rivelato di non avere alcun rapporto con l’attuale tecnico del Manchester City. Nel 2011, dopo 8 stagioni all’Arsenal, Fabregas fa ritorno nella squadra in cui è cresciuto, il Barcellona. In panchina per i blaugrana c’è Pep Guardiola, idolo del centrocampista. Qualcosa però è andato storto e i due ora non si parlano più: Non ho alcuna relazione con lui ora, no, con Pep niente di niente. Non so se la delusione con Pep sia reciproca. Sono successe cose, ma preferisco non parlarne. Pep era il mio idolo sin da quando ero bambino. È da lui che ho imparato di più, forse da quando avevo quattro anni, prima da giocatore e poi da allenatore”. I due lavorano insieme solamente per una stagione, il tecnico catalano infatti lascia la panchina del Barca nel 2012. Fabregas invece rimane in Catalogna per quattro stagioni, collezionando oltre 150 presenze.