Home » Barcellona, quello di Ronald Koeman è il peggiore degli ultimi 25 anni
News

Barcellona, quello di Ronald Koeman è il peggiore degli ultimi 25 anni

Nuova battuta d’arresto per il Barcellona. I blaugrana perdono a Madrid contro la formazione di Simeone e sale la preoccupazione tra i tifosi del club. La partenza del Barca non è per niente buona e al Wanda Metropolitano contro l’Atletico Madrid si aggiunge un’altra sconfitta, un risultato che allontana ancora di più i catalani dalle prime posizioni della classifica. Il Barca è attualmente undicesimo, solo 11 i punti conquistati in otto gare e 9 quelli che lo separano dalla vetta. Tre vittorie, due pareggi e tre sconfitte, un inizio in campionato catastrofico che fanno del Barcellona di Koeman il peggiore degli ultimi 25 anni

Barcellona, quello di Ronald Koeman è il peggiore degli ultimi 25 anni

Molti sono i punti persi o non conquistati in questo inizio di Liga. Così tanti che nell’ultimo quarto di secolo non si era mai visto un Barcellona peggiore. Da quando nella Liga è stato inserito il sistema dei tre punti per la vittoria, nella stagione 1995-96, i catalani non erano mai partiti così male. Le altre due peggiori partenze per i blaugrana, in questo lasso di tempo, sono state nel 2002-03 e 2003-04. In quelle due stagioni avevano conquistato un totale di 12 punti in 8 gare, frutto di tre vittorie, tre pareggi e due sconfitte. Uno in più dunque degli attuali con Koeman in panchina. Lontani gli anni d’oro di Pep Guardiola o Luis Enrique. Il Barca è un’altra squadra, con una gerarchia notevolmente inferiore nonostante abbia ancora Lionel Messi e che anche a livello istituzionale si trova in profonda crisi. Una situazione che preoccupa parecchi i tifosi catalani.

A non essere preoccupato, invece, è il tecnico olandese. Ronald Koeman, infatti, interrogato in conferenza stampa sulla situazione del club e sulle sue aspirazioni per la Liga si è mostrato piuttosto tranquillo: “Non sono preoccupato per il campionato, ma abbiamo bisogno di una serie di vittorie. Sappiamo che dobbiamo migliorare i risultati e continuare a fidarci dei giocatori che abbiamo. Stiamo lavorando, ma dobbiamo migliorare le cose in difesa e in attacco”.