L’amaro sfogo di Klopp contro le tv che fa riflettere: “Ci stanno ammazzando!”

Dopo la vittoria del Liverpool contro il Leicester per 3 a 0, il tecnico Jurgen Klopp si è presentato in conferenza stampa furioso dopo aver perso per infortunio Naby Keita e Diogo Jota uscito dolorante dal campo. Klopp si è sfogato contro le tv ritenute responsabili degli impegni troppo ravvicinati.

LEGGI ANCHE:

Klopp contro le tv

Queste le parole contro Klopp contro le tv: “Quando parlo di queste cose non parlo solo di noi, ma di tutti. E se voi non parlate con BT Sport, siamo tutti fregati. Sky e BT Sport devono mettersi d’accordo, perchè se continuiamo a giocare il mercoledì e poi il sabato alle 12:30 non so se finiremo il campionato con 11 giocatori. So che a voi non interessa e il problema sta tutto lì. Ne parliamo da tantissimo e non succede mai nulla. E non parlo del Liverpool, parlo di tutti. Ieri Piquè ha avuto un grave infortunio al ginocchio, oggi Saka forse anche e lui ha giocato tutte e tre le partite con l’Inghilterra. E la gente ci dice di fare turnover, ma con chi? Noi abbiamo qualche scelta in più nel reparto offensivo, ma gli altri sono ragazzini”.

Il tedesco poi continua: È un problema enorme e dipende solo dalle televisioni. Giocheremo con l’Atalanta mercoledì e poi alle 12:30 sabato col Brighton, ci arriveremo a pezzi. E sto pensando di regalare loro i punti, ecco come stanno le cose”. Quando gli viene ricordato che i club hanno firmato dei contratti con le pay tv, Klopp sbotta: “Ho un buon rapporto con voi, ma se qualcuno mi parla ancora di contratti divento matto. Parliamo di contratti che non sono fatti per una stagione come questa, con il Covid. Dobbiamo adattarci tutti. Tutto è cambiato, ma le televisioni sono ancora ferme a quel che era prima. Ma tutto è diverso, il mondo intero lo è”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti