Klopp copia Ferguson e lo fa anche bene, parola di Rio Ferdinand

Jurgen Klopp è considerato uno dei migliori allenatori della sua generazione e l’ex difensore Rio Ferdinand sembra aver capito il segreto del suo successo. Il tedesco copia uno dei tecnici più grandi e carismatici della storia del calcio, Sir Alex Ferguson, e lo fa anche bene. L’ex giocatore inglese, ai microfoni di BT Sport, ha parlato in particolare di un tratto tipico del tedesco che gli ricorda molto il suo ex allenatore del Manchester United.

Klopp copia Ferguson e lo fa anche bene, parola di Rio Ferdinand

Il gioco non c’entra, così come non c’entrano i giocatori o la tattica. Rio Ferdinand si riferisce ai giochetti mentali del tecnico. L’ex difensore cita un episodio ben preciso a sostegno della sua tesi: l’intervista di Klopp, sempre a BT Sport, dopo l’1-1 contro il Brighton & Hove Albion. Il tedesco, in quell’occasione, si è infuriato per la frequenza delle partite, sostenendo che sia tutto organizzato sulla base dei palinsesti televisivi e non per il bene dello sport. Una sfuriata che secondo Ferdinand non è stata casuale, anzi. L’ex giocatore sostiene sia stata fatta per distogliere l’attenzione da qualcuno o qualcos’altro: “A volte, Ferguson faceva il discorso alla squadra dopo la partita in maniera estremamente calma. Poi usciva per l’intervista, e noi lo guardavamo dagli schermi dare di matto per qualche questione alla quale nessuno della squadra aveva nemmeno pensato”.

Un giochetto mentale quindi, utilizzato molto spesso da Sir Alex Ferguson per evitare che i suoi ragazzi e la squadra perdessero la concentrazione: “Le sue dichiarazioni servivano a togliere dai riflettori qualcuno o qualcos’altro che potesse farci deragliare. In questo modo lui controllava la situazione e credo che Klopp lo stia facendo davvero bene al momento. Forse, a volte, parla di cose che non riguardano la partita per distogliere l’attenzione dalla prestazione o da alcuni problemi che si sono verificati nei 90 minuti”. La stima di Klopp per Ferguson in fondo è cosa nota. Il 78enne fu uno dei primi a ricevere una chiamata dal tedesco dopo la vittoria della Premier League con il Liverpool, alle tre e mezzo del mattino.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti