PSG-Basaksehir: chi è Sebastian Coltescu, arbitro già criticato in Romania

Sebastian Coltescu, quarto uomo della gara di Champions League tra PSG e Istanbul Basaksehir, è al centro dello scandalo. Il 43enne è stato protagonista di un insulto razzista nei confronti del vice allenatore della formazione turca, Pierre Webo. Le parole del rumeno hanno scatenato un’accesa discussione, che si è conclusa con la decisione da parte dei giocatori di entrambe le squadre di abbandonare il campo e di non riprendere l’incontro. Un episodio senza precedenti in Champions. Il nome del quarto uomo è così rimbalzato sulle testate di tutto il mondo ma anche sui social, e difficilmente verrà dimenticato. Ma chi è Sebastian Coltescu? Classe 1977, in carriera, come riporta As, ha diretto in totale 364 partite e di queste, 270 nella massima serie romena. In Europa, invece, conta solamente nove presenze tra Champions ed Europa League ma ha arbitrato anche sette gare tra squadre Nazionali. Non un debuttante quindi. 

PSG-Basaksehir: chi è Sebastian Coltescu, arbitro già criticato in Romania

Dalla Romania, però, emerge che sia un arbitro dal passato poco chiaro, ma non solo. Il 43enne, infatti, è stato spesso criticato per decisioni controverse. Fino al 2006 è stato un arbitro della Prima Divisione, poi nel 2007 è stato retrocesso dalla FIFA e ha ricominciato dalla Seconda Divisione, salvo poi tornare nella Serie A rumena nel 2008. Solo poche settimane fa, aveva attirato l’attenzione per delle decisioni discutibili nella partita di campionato tra Gaz Metan e Steaua Bucarest. Ma già nel 2015 Coltescu aveva provocato l’ira della Stueaua, dopo una partita tra i 26 volte campioni di Romania e l’Astra. Il presidente Becali, nel post partita, aveva criticato fortemente Coltescu: “Sono un arbitro migliore di lui. Dovrebbe essere escluso”. Due anni prima, invece, nella gara Petrolul-Gaz Metan ha espulso sei giocatori. Il difensore Muth gli ha chiesto una spiegazione con tanta veemenza e Coltescu per difendersi l’ha afferrato per il collo. 

La lista di episodi controversi, però, è abbastanza lunga e non si limita a questi. In patria dunque il suo nome è già ben noto e i media romeni non sono poi così tanto sorpresi per quanto accaduto in Francia. Tra i primi a commentare l’episodio di Parigi, il giornalista rumeno Emanuel Roşu. Quest’ultimo, come riporta sport. ro, sostiene che Coltescu sia già famoso in Romania e che sia stato eliminato dalle liste FIFA già due settimane fa. Quella tra PSG e Basaksehir è stata quindi probabilmente la sua ultima gara europea. Ma non è tutto. Adrian Porumboiu, ex arbitro e direttore dell’FC Vaslui, ha spiegato che il suo connazionale non ha avuto una carriera irreprensibile: “La sua intera carriera è piena di momenti bui. Può avere talento, ma forse dovrebbe scegliere un’altra professione, musica o ballo”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti