Shock in casa Ajax: Quincy Promes arrestato per accoltellamento

Qualche anno fa il nome di Quincy Promes era sulla bocca di tutti i big club tant’è che il Siviglia dovette sborsare 21 mln per acquistarlo dallo Spartak Mosca. Oggi l’olandese è ancora sulla bocca di tutti ma per un altro motivo: è stato arrestato con l’accusa di aggressione ad un parente.

Quincy Promes arrestato per aggressione

Il giocatore è attualmente in custodia cautelare in carcere e dovrà rimanerci per almeno 3 giorni, in modo che la polizia possa indagare. Stando a quanto riporta De Telegraaf, il tutto risale allo scorso luglio, quando Promes organizzò una grande festa in un magazzino della azienda di famiglia ad Abcoude. All’improvviso ebbe una violenta discussione con un parente che lo portò ad accoltellarlo provocandogli gravi ferite. I motivi non sono chiari ma dalle testimonianze risulta che dovettero intervenire gli altri familiari per placare Promes ed evitare il peggio. Questo parente un mese fa ha denunciato l’ala offensiva dell’Ajax.

Quincy Promes è un’ala sinistra che all’occorrenza può giocare anche da second punta. Dotato di una grande velocità e di un discreto dribbling, è cresciuto nelle giovanili dell’Ajax, ma è stato nel Twente che si è fatto conoscere ai più. Nel 2014 l’ha comprato lo Spartak Mosca per 11 mln e dopo 4 ottime stagioni in Russia dove è sempre arrivato in doppia cifra di gol, nel 2018 il club russo l’ha venduto al Siviglia al doppio del prezzo d’acquisto. In Liga non è riuscito ad imporsi e per questo motivo l’anno scorso è tornato ad Amsterdam dove è tornato ad alti livelli. Adesso con la vicenda dell’accoltellamento rischia fino a 4 anni di reclusione, penitenza che lo costringerebbe ad appendere gli scarpini al chiodo.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti