Newcastle incubo Covid, gli effetti durissimi del virus sui giocatori

L’incubo Covid-19 non abbandona il Newcastle. Il virus ha colpito duramente il club tanto che, a novembre, il centro tecnico era stato chiuso per un paio di giorni e la partita con l’Aston Villa era stata rinviata. Diversi giocatori infatti erano risultati positivi, ma l’incubo per la squadra della Premier League non sembra essere finito. Nei giorni scorsi il tecnico Steve Bruce ha raccontato gli effetti durissimi del virus su due dei suoi giocatori. L’allenatore, che non è particolarmente amato dalla tifoseria, è stato costretto a raccontare il calvario di Allan Saint-Maximin e Jamaal Lascelles per stroncare le notizie circolate sui social, che narravano di tensioni tra lui e i due calciatori. 

Newcastle incubo Covid, gli effetti durissimi del virus sui giocatori

Bruce, alla vigilia dei quarti di Coppa di Lega, ha espresso la sua preoccupazione per i due componenti della squadra: “I miei pensieri sono con i due giocatori e il loro benessere. È spaventoso quando pensi che sono atleti giovani e in forma. Se qualcuno ha bisogno di ricordare quanto sia grave il virus, allora noi ne siamo testimoni. Hanno avuto vomito, piaghe, ulcere alla bocca, perdita di odori e sapori. Vomitano spesso, sono molto deboli. È un qualcosa che pensi non sia possibile in atleti giovani e in forma, ma purtroppo è così. Fanno una passeggiata per mezz’ora e poi vogliono tornare a letto. Parliamo di atleti, di gente sana. E in questo caso di due calciatori di 27 e di 23 anni”. Il tecnico non ha mai nominato i due giocatori, ma  successivamente il club ha confermato che si trattava di Lascelles e Saint-Maximin. 

Nessuno scontro con il tecnico dunque, ma un’assenza dovuta ai postumi del coronavirus. Lo stesso Saint-Maximim, tramite i social, ha chiarito di non aver problemi con Bruce. Il giocatore, durante una sessione di domande e risposte con i suoi fan ha dichiarato di sentirsi alla grande e di non avere problemi o infortuni, ha negato inoltre che ci siano contrasti con l’allenatore: “Mi sento benissimo. Non ho problemi, niente, e non sono infortunato. Non ho problemi con il club o con Steve Bruce. Amo il club, amo i fan, amo tutto. Amo la mia vita in Inghilterra e mi sento benissimo. Non ho problemi con Steve Bruce, nessun problema. Amo molto questo allenatore e si prende cura di me, quindi non ho problemi con lui”. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti